Chicago Fire 5×08 “One Hundred ” – Recensione

0
1414

chicago-fire-5-season

 

Ultimo appuntamento dell’anno con  i vigili del fuoco della caserma 51 e le loro storie. Ormai ci è noto come gli autori per ogni finale di stagione vogliono farci venire l’ansia e vogliono far sì che la nostra attesa sembri infinita. Penso che più si va avanti e più gli autori ci lasciano con finali diversi dandoci la possibilità di pensare a mille alternative per poi al ritorno sorprenderci e dirci che nulla di quello che avevamo in mente sarà fatto. Io ho qualche idea, ma sarà davvero così? Avverrà quello che ho presumibilmente pensato? Non lo so, ma intanto per ingannare un pò l’attesa riviviamo insieme alcuni dei momenti più belli della puntata.

 

  • Severide sulla strada del cambiamento?

Ed eccoci un’altra volta a parlare del nostro amico, pompiere, Kelly. Cosa dovremmo dire su di lui? Io spero solo che gli autori si decideranno almeno per una volta a dargli una svolta che rimanga quella per almeno una stagione.

casey-e-kelly

All’inizio lo vediamo con questa ragazza, l’ennesima apparire e scomparire della sua vita senza avere un senso e solo dopo scopriamo perché viene schiaffeggiato. Innanzitutto fatemi dire che era da tanto che non vedevo i due amici parlare così spensierati, ridere e divertirsi l’uno con l’altro. Finalmente i due tenenti hanno avuto un momento divertente e leggero. Sinceramente quando Kelly ha raccontato l’aneddoto della ragazza a Casey io stavo ridendo e non riuscivo a smettere e, poi allo stesso tempo mi sono rattristata quando gli ho sentito dire che durante la piccola esplosione avvenuta durante la chiamata non ha provato nulla. Sì, credetemi, in quel momento la mia bocca toccava terra. Voglio un po’ di felicità per lui e, sinceramente e da tantissimo tempo che non lo vedo con i piedi per terra, che non vedo la sua vita prendere la giusta direzione e… ed è esattamente da quanto è morta Leslie. Lei gli dava quello che gli mancava, lo faceva rigare dritto e talvolta era dura con lui e dolce quando gli serviva. Sinceramente sentire Severide parlare così mi da fastidio e mi addolora, perché il suo personaggio era partito bene in questa quinta stagione e poi d’un tratto è stato stravolto. E, se pensavamo che fosse solo non lo è, magari non tutti fanno la fila per aiutarlo, ma Casey sembra esserci. Sì, infatti capendo che l’amico ha bisogno di cambiare aria, di distrarsi gli propone di andare a fare una battuta di pesca. Ed è in quel momento che l’ho visto, è stato quando ha finito la frase che lo sguardo di Kelly si era illuminato, che gli era tornato il sorriso e che l’ho visto alleggerirsi e felice. Casey non potrà risolvere tutti i suoi problemi o dargli le risposte che cerca, ma magari gli serve solo che qualcuno c’è per lui.

capture-20161210-191012-crop

Se da una parte abbiamo visto i due amici organizzarsi per un fine settimana o, una giornata di relax, dall’altra vediamo la conseguenza della scelta del nostro bel tenente – alla sua chiamata seguita dall’esplosione-  che lo porta a farsi visitare al Chicago Med, dove incontra l’amico ed ex pompiere Clarke. Ora nulla togliere a lui che sia un bel fusto, ma se penso che sta con Natalie proprio non c’è la faccio, non solo perché sono fan della coppia Will&Nate, ma proprio perché non c’è li vedo bene insieme. Questo però è un altro argomento, parliamo di Severide che arriva per farsi vedere la ferita e si ritrova la richiesta di Clarke di fare il test di compatibilità del midollo osseo per aiutare una sua paziente malata di leucemia. Sì, ammettiamolo questa richiesta mi ha lasciato leggermente titubante, anche se è una cosa davvero bellissima, ma non capisco dove vogliono portare il suo personaggio e cosa hanno in mente. Ovviamente Kelly dapprima è contrario, ma poi qualcosa lo fa riflettere – e per qualcosa intendo le parole di Hermann- e decide di accettare e fare il test. Clarke, è sincero con l’amico, gli dice che  c’è un’alta possibilità di essere compatibile, ma sarà un trapianto doloroso e ne risentirà per mesi e… lui risponde con un semplice “BENE”. Davvero? Ammetto che ci sono rimasta un po’ scioccata. Sì, sta facendo la cosa giusta, ma davvero vorrei capire dove questo lo porterà. E dobbiamo presumere che questa ragazza sarà il suo nuovo interesse amoroso nella seconda metà di stagione? Spero solo che abbia un po’ di felicità, non e che chiedo molto, no?

 

  • Sylvie, Antonio e i piccoli gesti

Ormai di loro non ne ho mai abbastanza. Anche se hanno avuto una piccola apparizione ci hanno fatto sognare, innamorare ed emozionare. C’è qualcosa che li rende perfetti insieme e come ho già detto anche nella scorsa recensione i piccoli gesti li rendono ancora più meravigliosi.

View post on imgur.com

 

 

 

Li abbiamo visti solo alla fine, ma è stata un’entrata e un breve momento perfetto. Intanto fatemi dire che trovo Antonio sempre più sexy e, sinceramente vederlo così felice mi sembra davvero stranissimo, tant’è vero che si vocifera che nelle prossime puntate ci sarà un ritorno dell’ex moglie. Era troppo bello per essere vero, no? Ma sono sicura che loro c’e la faranno. Perché? Beh, per quei piccoli gesti di cui parlavo. Subito dopo il bacio, abbiamo visto come lei accarezza delicatamente la sua guancia e toglie sicuramente la stampa di rossetto che le aveva lasciato e quindi come non può un piccolo momento come questo non emozionarci? Sono dannatamente perfetti insieme e hanno tutto quello che noi speriamo di avere.            A volte incontriamo qualcuno d’inaspettato durante il nostro cammino, a volte ci rende riamo conto solo alla fine che era proprio quel qualcuno che aspettavamo da una vita.

capture-20161210-191402-crop capture-20161210-191413-crop

Ma ovviamente i due non si lasceranno sfuggire un altro momento importante da condividere inseime. Sapevamo che Sylvie era presente quando Matt ha detto che il giudice non gli concederà l’affidamento condiviso e così, quando li vede sgattaiolare  via insieme e complici capisce quale pazzia stanno per compiere e, da buona amica avvisa tutti. Sinceramente ho amato tantissimo che la prima ad entrare sia stata lei, che abbia abbracciato l’amica e che, poi insieme al fratello e a tutti gli amici della caserma sono stati presenti per quel momento importante. Ho amato davvero tantissimo l’abbraccio e le parole di Sylvie a Gabby e quelle di Antonio a Matt, credo che i due stanno diventando più importanti l’uno per l’altra di quanto ci aspettavamo.  Forse è iniziata come un’avventura o, il volere provare ad avere una storia leggera, nulla di impegnativo, ma in poco tempo si è trasformata in qualcosa di più. L’uno è parte dell’altro e, forse andrà bene o forse no, ma intanto noi viviamo con loro, viviamo di quei piccoli momenti che ci regalano.

 

  • I cent’anni del Molly’s

Per essere un bar ha davvero poco movimento, ma a volte non è importante la quantità ma la qualità e ciò che esso rappresenta. Ho sempre pensato al Molly come a un ritrovo tra amici, come a un luogo dove riunirsi tutti insieme.

tumblr_ohtrpotei61rvs8zso5_500

Abbiamo sempre visto il Molly come bar, come luogo in decadenza che i pompieri hanno risollevato, anche se con difficoltà e tantissimi periodi di alti e bassi. Non sapevamo la vera storia e… e sono felicissima che Otis ci abbia regalato questo spiraglio, questo momento di storia. È vero, non era qualcosa che andava festeggiata, ma la storia serve come maestra di vita per non ripetere gli errori del passato e, non sempre un luogo con una tragedia deve essere ricordato solo per quello. Era il luogo in cui il 6 dicembre del 1916 Al Capone  fece massacra tantissime persone, ma sono passati cent’anni e quel luogo ha un’altra storia da raccontare. Magari Otis avrà fatto un po’ di casini per risollevare le sorti del bar, ma ci ha anche dato modo di ascoltare un discorso che ci ha sicuramente lasciati senza fiato e commossi.

capture-20161210-191950-crop

Collegandomi a quello che dicevo prima c’è stato un discorso che il nostro ormai ben caro, noto e saggio Hermann ci ha regalato da far venire la strizza anche ai scrittori più bravi. Io vorrei far notare quanto il suo personaggio sia cresciuto nel corso degli anni, quanto è diventato importante e fondamentale per noi come per tutti, alla caserma 51 e quanto ancora ci farà sognare con i suoi discorsi fonti  d’ispirazione. Sono state proprio quelle sue parole che hanno portato Kelly, Gabby e Matt ha prendere una decisione, che ha  fornito a tutti il modo di riflettere, di essere ispirati e sentirsi parte di qualcosa di grande.                 Giusto per non farvele mancare ecco che vi riporto un piccolo pezzo del suo discorso. Le parole che mi hanno emozionato, fatto riflettere e che, proprio come per i vigili del fuoco della caserma 51 sono state fonte d’ispirazione.

«A quei tempi non c’erano la televisione, la radio, internet, i telefoni. C’era solo… un quartiere fatto di persone che lavoravano sodo, che avevano bisogno di un posto dove sentirsi… una famiglia. E per questo è stato costruito questo edificio. Questo posto è stato costruito sul terreno di Chicago. E, in origine, il terreno era incolto, maledetto e pieno di gaia. È vero. Ma… il Molly’s, le fondamenta del Molly’s sono costruite sull’amore.»

Direi che Hermann si può candidare in politica e, se come vigile del fuoco da il massimo e salva delle vite allora perché non farlo anche su larga scala? È vero, abbiamo Matt come consigliere ed è bellissimo, ma di certo non possiamo non notare quanto i discorsi di Hermann siano incoraggianti e d’ispirazione per tutti. Non possiamo dimenticare quante volte le sue parole sono state d’aiuto e quante volte ha detto la cosa giusta nel momento giusto e… e sarebbe così sbagliato quindi a pensare che potrebbe essere di più? Che potrebbe fare di più?

 

  • Io, te e nostro figlio. Una famiglia. Un nuovo inizio.

Direi che questa stagione per noi sta procedendo davvero bene, soprattutto se parliamo di Dawson e Casey che sembrano avere quello che loro hanno sempre voluto e quello che noi vogliamo per loro.

tumblr_ohttfcvngn1t46mzoo1_540

 

All’inizio della puntata vediamo Gabby afflitta da mille preoccupazioni, da un’insicurezza che sembra più grande che mai e di una paura di fallire, di non sapere più a cosa credere. Sapevamo tutti che il divorzio dei suoi l’avrebbe leggermente scossa, destabilizzata e che l’avrebbe portata a chiedersi cosa avevano in più loro dei suoi genitori e perché se loro non c’è l’hanno fatta loro dovrebbero riuscirci. Le domande, i dubbi di Gabby sono più che giusti, penso che tutti se ci fossimo trovati al suo posto li avremmo avuti. I genitori per lei sono stati un punto di riferimento, una speranza che, quando un giorno avrebbe trovato l’amore della sua vita avrebbe vissuto una vita piena, di amore e gioie come quella dei suoi, ma quando loro sono crollati lei e crollata con loro.

“Qualsiasi cosa sia o non sia successa ai tuoi, non riguarda noi.”

E se credevate che lei fosse sola vi sbagliavate. Il suo uomo, il suo Casey è lì, pronta a sorreggerla, a proteggerla e a dirgli che lui c’è, che non se ne va da nessuna parte e a dargli quella speranza per un futuro che lei aveva immaginato e che ora non riesce a fare.

capture-20161210-162329-crop

 

E poi quanto senti il piccolo Louie chiamare Gabby mamma e Matt… solo Matt ci rimani male, ti lascia quel vuoto che pensavi non avresti avuto. Questo momento mi ha spezzato il cuore, mi ha fatto male vedere il dolore negli occhi di Casey, il suo sentirsi un intruso e il suo essere tagliato fuori da quella famiglia di cui lui fa parte. È stato davvero un duro colpo per il nostro bel tenente e, ovviamente non do la colpa a nessuno, ma ammetto che mi ha ferito Gabby. Un attimo prima lei presa da mille problemi ecco che lui la sostiene, che lotta per entrambi e poi quando lui ha bisogno di lei… lei sembra non accorgersi quanto quelle due paroline lo hanno ferito. Gabby mi è sembrata un po’ superficiale, anche se Matt ha detto che non ci faceva nulla si vedeva quanto stava soffrendo e… e sì, lo ammetto mi ha davvero fatto arrabbiare che lei non se ne sia accorta.

casey-e-gabby-non-solo-mamma-e-matt

 

E, dopo che Tina dei servizi sociali dice loro che hanno la possibilità di un affidamento definitivo ecco che i dubbi ritornano. Finalmente Casey si decide e dice a Gabby che non vuole essere solo Matt per il piccolo, che non vuole essere mamma e Matt, ma che vuole essere mamma e papà. Ok, ragazzi miei mi stavo sciogliendo in quel momento, ero tipo… “Ehm.. Ehm…” Sì, non stavo ragionando più. La dolcezza infinita di quest’uomo mi manda in corto circuito. Sappiamo quanto i due si amano e, non c’è nulla di più bello che leggerlo nei loro occhi, magari lei non se ne sia accorta prima quanto si sia sentito ferito e, anche se mi ha fatto arrabbiare in questo momento l’ho perdonata. E poi quel bacio… quel bacio è stato perfetto e “Io lo voglio più di qualunque altra cosa al mondo”, Beh… cara mia, mi sa che hai finalmente trovato la ragione.

E se un momento prima ne fa una giusta eccola che ritorna a farmi arrabbiare.

“Il giudice non c’è la concederà. Quindi, metti il tuo nome come adottante, io sarò il padre di Louie, in ogni senso del termine. Non importa cosa ci sia scritto su quel modulo, o come mi chiami”                                                                                                                    “Sicuro?”
“Sì. La cosa importante è questo posto, per Louie, sia per sempre”

Ora ditemi voi, se un uomo come lui non è da amare e sposare. Ma a volte penso che Gabby non lo conosce davvero, che non si preoccupa per lui. Matt avrebbe fatto di tutto per lei, per il piccolo e per quella famiglia che stavano cercando di costruire insieme. Ha fatto il gesto più bello del mondo, eppure lei non è riuscita a vedere quanto gli stesse costando quelle parole, quanto quel suo suggerimento gli stesse spezzando il cuore. Perché non ha fatto un piccolo passo verso di lui? Non dico che non doveva accettare la sua proposta, ma perchè non si è fermata  un momento a cercae di capire se era davvero quello che lui voleva? Se non lo stesse fatto solo per lei mettendo da parte se stesso e i suoi sentimenti? È stato un momento bellissimo, ma allo stesso tempo bruttissimo. Mi ha un po’, anzi direi tanto infastidito questa carenza da parte di Gabby, questo suo curarsi poco del suo uomo.

View post on imgur.com

 

E, ancora una volta Matthew Casey si dimostra il miglior personaggio della stagione. Fare un ritroso di tutti i suoi momenti, dalla prima stagione alla quinta, sembra essere passata una vita eppure, anche se a piccoli passi vediamo quanto sia cresciuto e quanto è cambiato non solo per se stesso. Non saprei scegliere un unico momento preferito della puntata, ma di certo questo è uno di questi.

«Sai quanto ti voglio bene, vero? Significhi molto per me. Credo sia importante che tu lo sappia. Qualsiasi cosa dicano… o in qualunque modo possano chiamarmi… sarò sempre, sempre il tuo papà. Quella parola vuol dire tutto.»

 

Se mi ero innamorata già della scena di Matt che spia dalla porta della stanzetta il figlio a letto, che lo osserva con sguardo innamorato e perso solo come farebbe un papà, vedere poi la scena che lo accarezza dolcemente e gli sussurra quelle tenere parole è stato un colpo a cuore. Questa scena è davvero tra una delle mie preferite e, magari il bambino avrebbe voluto chiamarlo così, ma sapeva che non era il momento giusto e che lo avrebbe dovuto fare quando meno se lo aspettava e quando ne aveva bisogno.

View post on imgur.com

 

Proprio così è avvenuto. Era un giorno normale, un momento normale che si è trasformato nel giorno più bello è importante della sua vita.

Sentir quel “papà” è stato qualcosa di davvero emozionante, che mi ha commosso e fatto scendere le lacrime sul viso. E, chi l’avrebbe mai detto che una piccola parolina così riuscisse a emozionarmi tanto? Ebbene sì, questo è stato l’altro momento che ho amato, magari era giunto il momento, magari era quello di cui aveva bisogno, non sappiamo quale sia stato il motivo ma siamo certi che è stato il momento più bello per lui e per noi. Avrei voluto solo che il piccolo Louie sorridesse un po’ di più, non gli avrebbe fatto male, ma è piccolo e con una storia difficile alle spalle e quindi quei pochi sorrisi sono rari e preziosi. Mi ha davvero lasciato senza parole e, non nego che l’espressione di Matt era uguale alla mia. Sono rimasta stupita, tant’è vero che ho rimesso indietro il video e l’ho rivista un paio di volte. Era un momento che volevo ricordare bene, volevo rivedere le loro espressioni,risentire quel “papà” e rimanere ancora una volta senza parole.

family

E dopo quel momento di famiglia ecco che ne arriva un altro. Sono tutti riuniti al Molly’s per i cent’anni e loro non fanno che guardarsi, sorridere, amarsi ancora e ancora. Vedere quel quadretto familiare è stato davvero bellissimo: il modo in cui Gabby guarda il suo uomo, il bacio dato al figlio, lo sguardo che lui fa alla sua famiglia e quello che lancia subito dopo alla sua donna. Ci sono milioni di modi di amare è quello è il loro. Nello sguardo di Matt si legge tutto l’amore per quello che ha, per quello che sta vivendo e a cui non vorrebbe mai rinunciare, lo stesso sguardo che ad un tratto a lei. Mentre sei persa in loro vedi quei sorrisi complici, quel momento in cui entrambi hanno preso una decisione. Io penso che loro lo sapessero già, che quella scelta dell’affidamento condiviso era solo una fase e che, senza dubbio il discorso di Hermann li abbia aiutati ha prendere quella decisione di cui erano coscienti già da tempo, ma che solo ora hanno reputato giusta. Dovevano far funzionare le cose, dovevano vedere come andava, ma sapevamo tutti che era quella la direzione in cui sarebbero andati.

 

View post on imgur.com

E, non importa se erano in divisa, sporchi, sudati e nulla era stato organizzato. Non c’era niente di più bello di quel momento. Non appena si sono lanciati quei sguardi, non appena li ho visti sgattaiolare fuori ho capito e, non potevo che esserne più felice. Vederli sicuri e felici davanti al giudice, che tenevano l’uno e l’altro le manine del piccolo, stretto in mezzo a loro… beh.. non serviva nient’altro per essere felice. Ah, se non consideriamo i testimoni XD Ma per fortuna da amica attenta e a conoscenza di tutto Sylvie si presenta con i testimoni e la sua famiglia. L’ingresso di Sylvie, Antonio e di tutta la caserma 51 è stata davvero bellissima, nulla di particolare ma qualcosa di davvero speciale. Non c’era momento più bello dopo il discorso di Hermann per dimostrare quanto tutti siano una famiglia e quanto siano legati l’uno all’altro.

View post on imgur.com

 

Il momento che il giudice dice: “Vi dichiaro marito e moglie” coincide perfettamente con il momento in cui asciugo le lacrime sul mio viso perché non riesco più a trattenerle. Non era così che mi sarei immaginato il loro matrimonio, non era così che loro avrebbero voluto che andasse e non di certo dopo una stagione e mille peripezie, ma è stata la scena più bella ed emozionante di sempre. Non avevano bisogno di nessun’altro, c’erano le persone che per loro contavano, c’erano la loro famiglia, gli amici e loro figlio. Ma ragazzi, fatemi dire che non riuscivo a smettere di ridere per la strana gioia ed euforia di Boden, che ha rappresentato un po’ tutti noi, fan dei Dawsey. Per finire in bellezza quel bacio, quel caschè, quel momenti di felicitazione… Potrei stare qui ore a parlarne, ma la verità è che… e che nessuno avrebbe mai immaginato che pur un matrimonio civile, sporchi, sudati e con gli abiti da lavoro potesse risultare tanto romantico, dolce e perfetto. Questo è l’effetto che fanno loro 😉

medium-clean

Eppure, quando tutto sembrava perfetto ecco che arriva lui rovinando tutto. Sin da subito quando ho visto questa figura incappucciata apparire e scomparire nelle vicinanze di Louie mi è stato chiaro. Magari Matt ci ha messo un po’, ma sapeva chi era, lo sapeva in fondo al cuore, ma voleva che fosse lui a dirlo ad alta voce. Voleva sbagliarsi, voleva che fosse solo un miraglio, ma era tutto vero e reale, anche troppo direi. Come finale di stagione è davvero abbastanza duro da digerire, ma mi chiedo perché non possono essere felici per almeno cinque minuti, perché non posso vivere un po’ di amore senza preoccuparsi di poter perdere il figlio? Cosa succederà adesso? Ammetto che tutto questo mi da molto a cui pensare, ma sapevamo che era troppo bello per essere vero, ma di una cosa sono sicura, lotteranno con le unghia e con i denti per Louie. È il loro bambino e non lasceranno che lui se lo riprenda e, poi dove diavolo è stato tutto questo tempo? Perché apparire ora?  Non so cosa abbiano in mente gli autori, ma spero che fanno sì che i miei Dawsey hanno la famiglia che si meritano. Nonostante ciò continuo a pensare alla scorsa puntata, alla zip del vestito di Gabby che fa fatica a salire e, magari sarà in arrivo un bebè o forse è stata solo la mia immaginazione, forse vedo il bicchiere mezzo pieno, o magari no. Non ci resta che aspettare gennaio per scoprire cosa succederà, ma nel frattempo noi che faremo?

 

 

 

 

Non posso fare molto se… se non lasciarvi il promo tradotto per voi da “Subtitles On Demand”.

 

Ci hanno insegnato che non è detto che ogni cosa debba andare esattamente come programmato, che gli ostacoli ci sono per essere superati e per dimostrare quanto forte può essere l’amore. Ci hanno insegnato che non sempre la verità è quella che noi pensiamo di sapere e che non sempre le cose sono come sembrano. Ci hanno insegnato che si è più forti se si rimane uniti, ora dobbiamo sperare che anche Matt, Gabby e Kelly lo sappiamo.

NOTE:

Tutte le foto presenti in questo articoli non mi appartengono, ma provengono da diversi blog quali:

– heyitsjustme.tumblr.com

– fyeahchicagofire.tumblr.com

-fyeahdawsey.tumblr.com

– chicagofireadventures.tumblr.com

– jayhalsteadcpd.tumblr.com

– tvshowtime.com

Katya Ferrante

CONDIVIDI
Articolo precedenteRombo assordante
Articolo successivoIl lavoro nobile nobilita l’uomo
Katya Ferrante
Katya è una ragazza semplice, siciliana e di 24 anni che ha tanti sogni e che spera un giorno di riuscire a realizzarne almeno qualcuno. Sogna l’amore -quello vero- come nei film dove tutto è possibile e forse anche un po’ ingenuamente crede ancora nel principe azzurro. Vive di libri, musica, film e serie tv. I libri perché l’hanno cresciuta e sono il suo posto sicuro dove cerca conforto ogni qualvolta ne ha bisogno. Non ama i generi gialli e thriller, legge pochi classici, ma in compenso ama tantissimo i romanzi rosa, le storie d’amore e il fantasy e la stessa cosa vale per i film. Per quanto riguarda la musica non ha un genere preferito, ma a due sue rocce: Laura Pausini e Lea Michele, ascolta le sue canzone fino allo svenimento, cosa che l’hanno aiutata a superare vari momenti della sua vita. Il suo sogno più grande sarebbe quello di diventare una scrittrice e di viaggiare, in particolar modo andare in Australia, Canada e New York. Si considera una cioccolattinomane pur se va in contrasto con ciò che pensa del suo corpo, infatti ne mangia meno di quanto vorrebbe. E, infine non perché meno importante è una telefilm addicted, avete capito bene! Segue tantissime serie tv, forse più di quante ne ha viste concluse e ama passare il suo tempo libero nei misteri, nelle storie d’amore – d’amicizia, nel sovrannaturale e in quei mondi che sono molto lontani dal suo. Ha iniziato il suo periodo da telefilm addice con Streghe, The OC, Gossip Girl, Glee e poi sono arrivati The vampire diaries, The Royasl, Arrow, la saga di Chicago ( Fire- Med- PD), Grey’s Anatomy per giungere a serie italiane come Braccialetti Rossi, Un medico in famiglia, L’onore e il rispetto o straniere spagnole come Velvet, Il principe e altre mille serie che la tengono incollata allo schermo del pc più di quanto dedicata alla sua vita sociale.