Catena d’anime: Sara

1
1064

Sara…

Non è logico passare la vita tra quattro mura e una vetrina, tra odore di tabacco e carta da gioco, di carta plastificata, ma questo passa in convento senza se e senza ma, la vita ti sbatte in faccia la realtà ogni mattina. Ma Sara è la gioia in persona, lei di sorriso nasce e si nutre ogni giorno, passa la signora con la sciarpa sdrucita, quella del gratta e vinci, delle 11, poi il ragazzino che inchioda con lo scooter e ordina il suo pacchetto pomeridiano, poi il buon vecchio Mario che abbraccia, saluta e se ne va per sempre, un sospiro di malinconia, ma poi si riparte, con la consueta fame di vita.

Lo sguardo cade sui sigari dominicani, e la mente viaggia verso i granelli di sabbia bianca dell’ultimo viaggio caraibico, di mare, rum e allegria, si svolta, si canta, accende la radio, non troppo forte: “Qui si paga il bollo?” Chiede senza entusiasmo un signore sulla quarantina..maledette scadenze..

@ L.D.

1 COMMENTO