Catena d’anime: Mira

0
1096

Mara

Quando varco’ quella porta nel 97, non avrebbe mai immaginato, non avrebbe mai pensato di ritrovarsi li’, in un angolo di una stazione al freddo, senza nulla. Solo il peso di anni di sofferenza, ma l’anima no, l’anima non è sola, è accompagnata da mille spiriti che la osservano, l’accarezzano, si allaccia alla semplicità di una vita di strada, fatta di elemosina e spirito sopravvivente, tra due spicci, un sorriso e mille occhiatacce..

“ma che ne sai, che ne sai tu, uomo col cappello?!”.. “cammini rilassato senza fretta, non corri dietro agli orari, vivi nella media, stancato dalla tua stessa esistenza che ti rende apparentemente fiero”.

Poi capita chi la osserva, la coglie, le fa un dono, come quella donna con due valige e un viso tra il gioioso e il malinconico, la scruta con dolcezza materna, passa, se ne va per la sua vita e lei resta li’ tra la polvere, la sporcizia, l’odore di urina che ormai non sente neanche più.

Giunge la sera, arriva il pulmino della carità, anche stasera un po’ di caldo dormitorio e la sicurezza di ritrovarsi li’ anche domani a osservare il mondo che corre e non sa il perché..

@ L D.