lunedì, settembre 21, 2020
Mimosadimare

Mimosadimare

Mimosadimare 
Le poesie ricche di sensibilità di Maria Rosa Oneto 

Il vuoto

Il vuoto Di Maria Rosa Oneto C'è un vuoto colmo d'Infinito, dove supplica una Croce nel Suo andare. Su di Essa i mali del Mondo, i peccati sciolti nel veleno che sa di sale, le...

Candele

Candele Lascerò che il cuore pianga dove il giorno s'addormenta. Abbracciata al silenzio sarò altare, al fumo di candele, nella Terra di nessuno! Maria Rosa Oneto

Non so

Non so Non so quanto starò qui a piangere invano. Delusa dagli Umani e da un Cristo, Redentore di un Mondo, che pare assurdo e sconvolto, e senza grazia del Signore. Parole, taglienti...

Un cane senza padrone

Un cane senza padrone Di Maria Rosa Oneto  L'amicizia è un fazzoletto bagnato sulla fronte quando la febbre scuote le tempie. Un pezzo di pane ancora caldo diviso per strada. Un tenersi per...

Cuore inciso

Cuore inciso Tremo al chiarore di un vento primordiale. Vivo di terra e sabbia, che sanno di vesti sulla pelle. Porto ali di gabbiano quando la tempesta trafigge le persiane. Son acqua di...

Certe stanze

Certe stanze Di Maria Rosa Oneto Certe stanze erano chiuse e portavano impresso uno strano odore di muffa e terra avvizzita. Una pellicola in bianco e nero girava nella sonorità di un vacuo...

Siamo cenere

Siamo cenere Di Maria Rosa Oneto Siamo cenere di ludibrio e discordia. Massa errante di anime senza Credo. Viscide budella: cornucopia di lussuria e megalomania. Siamo regine di uomini violenti e mal fidi, che confondono...

Erano i tempi

Erano i tempi! Di Maria Rosa Oneto  Erano i tempi, in cui invecchiare era proibito e riusciva facile a mamme e nonne somigliare sempre più alle...

Non ho

Non ho Di Maria Rosa Oneto  Non ho cielo, né terra, né madre. Solco ferraglia arrugginita che piange sangue come i miei piedi. Sassi appuntiti penetrano nella carne come unico marchio di appartenenza. Spuntano lacrime senza ritorno. Il...

Alba drogata

Alba drogata   Sedevamo lontani dal cielo e dal mare. Corpi silenziosi di una vita sfiorita. Giacigli di fortuna ritempravano la sera, la notte caina, di agguati e assassini. Sedevamo in disparte, assenti da ogni...