domenica, giugno 7, 2020
Mimosadimare

Mimosadimare

Mimosadimare 
Le poesie ricche di sensibilità di Maria Rosa Oneto 

Vorrei tornare

Vorrei tornare Di Maria Rosa Oneto Vorrei tornare, dove il mare mi chiama: lusinghiero, immutabile e sincero. Amo, il fragore delle onde, quella turbolenza d'acqua che tanto...

Candele

Candele Lascerò che il cuore pianga dove il giorno s'addormenta. Abbracciata al silenzio sarò altare, al fumo di candele, nella Terra di nessuno! Maria Rosa Oneto

Il vuoto

Il vuoto Di Maria Rosa Oneto C'è un vuoto colmo d'Infinito, dove supplica una Croce nel Suo andare. Su di Essa i mali del Mondo, i peccati sciolti nel veleno che sa di sale, le...

Il pianto d’aprile

Il Pianto d'Aprile Di Maria Rosa Oneto È arrivata Primavera con fiori già sbocciati. Veli grigi alle finestre per oscurare il sole. È arrivata Primavera come una ladra per le strade, al suono...

Erano i tempi

Erano i tempi! Di Maria Rosa Oneto  Erano i tempi, in cui invecchiare era proibito e riusciva facile a mamme e nonne somigliare sempre più alle...

Il Sacro Manto

Il Sacro Manto Di Maria Rosa Oneto  Ci saremo Signore a seguire i Tuoi passi sul Golgota. A capo chino, trascinando i soliti peccati, d'inguaribile avidità e ipocrisia. Ci saremo Signore,...

Non ci sono più

Non ci sono più Di Maria Rosa Oneto Non ci sono più i miracoli di un tempo, quelli che aspettavamo a cuor leggero con gli occhi rivolti al cielo e il...

Predichiamo amore

Predichiamo Amore Di Maria Rosa Oneto  Predichiamo Amore ad ogni attimo di Vita. Restando estasiati alle bellezze del Creato. Alle giunchiglie in fiore, agli scoppi di sole su quartieri scolpiti di violenza e male affare. Tra...

Crepaccio

Crepaccio Di Maria Rosa Oneto La scrivania, addossata alla finestra, rubava colori e brividi di cielo ad un'alba appena iniziata. Nella cernita dei pensieri, rivivevano: amori, serate estive, scampoli di un tramonto che parava infinito, oltre...

Sinfonia

Sinfonia Di Maria Rosa Oneto  Non morirò all'alba che odora di ginepro, al ballo delle streghe sull'uscio di casa. Vestiro' il tramonto di fiori d'organza: veli effimeri ove posare i silenzi, e restare appesa a rami...