Cantami

0
222

Cantami

Cantami la notte
che non fu mai
desta.
Quel riverbero di luna
sugli occhiali.
D’autunno a raccogliere
foglie.
Agrumi spremuti sulla via
Sentore di bucce
abbrustolite sulla stufa.
Una scia di miele
come bava di lumaca.
La tazza del tè
con occhiate di fumo.
Una fetta di limone,
che galleggia sui mari
della Cina.
Cantami la notte
sopra una stuoia di stelle,
nel buio assoluto
della vita!

Maria Rosa Oneto