Cala Coticcio

0
1337

Loscrivodame e @Ladolcevitaly si trovano oggi all’isola di Caprera. Tra le meraviglie di questo splendido paradiso sardo c’è Cala Coticcio.

Questa splendida spiaggia si trova a nord-est dell’ isola. È considerata una delle spiagfe più belle della zona.

Cala Coticcio viene chiamata anche Tahiti per via della sabbia molto bianca e sottile e del mare dai colori cristallini.

La spiaggia è raggiungibile via mare e via terra. Semplice raggiungerla via mare grazie al servizio natanti presente in tutto l’arcipelago.

Piu complicato invece raggiungere la spiaggia via terra. Va presa la strada per Caprera, appena superato il ponte si deve proseguire nel rettilineo ed una volta entrati nella pineta, si prosegue fino al secondo incrocio, in cui si dovrà svoltare a destra.

Dopo pochi metri, al successivo incrocio, si dovrà svoltare sulla sinistra per il monte Tejalone. A questo punto si  prosegue la strada asfaltata senza svoltare in nessun incrocio fino ad arrivare ad uno spiazzo.

Un ultima fatica di 2km di sentiero e si potrà assistere ad un vero paradiso.

Cala Coticcio, situated on the east coast of the island of Caprera, is a wonderful beach covered by fine white sand, bathed by a sea of a thousand turquoise hues and protected by splendid sculptures of pinkish rock, among which you can find juniper, heather, rockrose, and lentisk.
.
The island of Caprera is one of the islands composing the Archipelago of La Maddalena, that expands out in front of the coasts of the Gallura.
It is connected to La Maddalena over a bridge-dike built in 1958 and called the Passo della Moneta, and is around 600 metres long.
.
Caprera has a very long coastal length (around 49 kilometres) due to the jagged nature and movement of its perimeter. The eastern part of the coasts is particularly difficult to reach because it is screened by a small chain of pink granite in the sea.
.
The island, other than its inestimable naturalistic value, preserves the memory of the long stay made by Giuseppe Garibaldi, in the last 26 years of his life: a must see is the Garibaldi Compendium with his grave and the White House, his residence.

Cala Coticcio è di fatto una spiaggia simbolo del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena.

Si tratta di una sorta di piscina naturale dalla bellezza incantevole. È una meraviglia della natura, un acquario a cielo aperto con pesci e stelle marine. Di fatto le stelle marine e la fauna sono  intoccabili essendo area protetta. Gli appassionati di snorkeling si ritrovano quindi  in una sorta di Paradiso terrestre dai colori incredibili.

 L’ideale per visitarla è nei periodi non di alta stagione quando si evitano gli affollamenti di turisti che sbarcano da yacht e traghetti.

Chi la raggiunge via terra deve urtilizzare scarpe comode ed evitare di portarsi dietro pesi inutili.

Lentisco, ginepro, erica ed altre piante si alternano alle sculture di roccia colorata rosa e creano con l’azzurro del mare un contrasto sublime.

La spiaggia di Cala Coticcio, sulla costa orientale dell’isola di Caprera, è ricoperta da una sabbia fine e candida, bagnata da un mare dalle mille vibrazioni turchesi e protetta da splendide sculture di roccia rosata, tra cui trovano spazio piante di ginepro, erica, cisto, lentisco. La straordinaria bellezza della spiaggia e la sua esoticità hanno portati al sopranome di Tahiti e l’hanno resa molto frequentata dai bagnanti. A.

L’isola di Caprera è una delle isole che compongono l’arcipelago di La Maddalen.,  È collegata a La Maddalena con un ponte-diga costruito nel 1958 e chiamato Passo della Moneta, lungo circa 600  metri

L’isola è infine note anche per la lunga sosta di Giuseppe Garibaldi negli ultimi 26 anni della sua vita. In eredita di ciò è da visitare è il Compendio Garibaldi con la tomba.

Insomma se mai avrete la fortuna di visitare la Sardegna, passate da Caprera è Cala Coticcio cercando di farlo quando è meno affollata.