Bonsai, origini di una passione

0
1043

Ph. Jasmine Charpenter

Torniamo a parlare di bonsai, oggi a livello generale. Da dove nasce questa passione era le piante in miniatura?  La passione per il bonsai e la sua coltura è una vera e propria arte dall’origine molto antica e che ha tanti seguaci sparsi un pò ovunque. Per prendersi cura dei bonsai serve passione, tempo e tanta pazienza. Solitamente all’inizio si studiano i vari stili, un po’ come abbiamo in parte fatto in questa rubrica, poi andrebbero fatti tanti approfondimenti a livello teorico e pratico. I bonsai sono delicati, sono molto soggetti al microclima che gli creiamo intorno.

0e5711335d752826cc79b40854e512ff

Ph Jules Rose

In tal senso serve attenzione nel creare l’ambiente giusto, con il giusto mix di temperatura, luce e umidità dove la pianta possa ambientarsi e trovarsi a suo agio. In generale una buona base teorica è sempre fondamentale per sperimentare e realizzare una tecnica complessa come quella del bonsai.

Il Bonsai altro non è che un arte di creare miniature di alberi, coltivandoli per anni in un piccolo vaso e indirizzandone la crescita. L’ideogramma giapponese di bonsai è costituito da bon (bacinella) e sai (piantare) 盆栽. Il bonsai dei giorni nostri è giapponese ma in realtà l’origine è cinese. Alcuni transfughi cinesi portarono in giappone i piccoli alberi, i giapponesi dal canto loro applicarono i canoni estetici dello Zen creando di fatto un arte. Il segreto della tecnica bonsai è il Seishi ovvero l’arte di dare una forma, utilizzare varie tecniche e coltivare sempre nel rispetto della pianta. Le piante piccole, secondo questo concetto hanno in se tutta la stessa energia racchiusa nella pianta a grandezza naturale. Di fatto è un arte perchè racchiude in se nozioni di botanica da un lato e quelle proprie della filosofia bonsaica dall’altro. Per rendere la pianta più forte vanno fatte potature di rami e radici, rinvasi annuali o biennali, cure e concimazioni corrette, creazione di un ambiente adatto.

d12907522d0648a7163b536d4ed66c4d

Ph Brande Jackman

È importante che un bonsai evochi in chi lo guarda una sensazione di forza, maturità e, soprattutto, pace e serenità. Di fatto si tratta di un’opera d’arte in continua evoluzione grazie alle nostre cure. In effetti in oriente il bonsai è considerato l’unione della natura con l’arte, mentre ad esempio la danza classica fonde musica e storia.

4f6d173a8907411aad1c6ac62d3c1a7c

Ph Oscar Heimsness. F.

Regole e percorsi sono stati creati dai maestri per facilitare i neofiti ma di fatto se si rispetta la filosofia non ci sono regole fisse.

Esistono bonsai plurisecolari considerati veri e propri capolavori mai statici, ma sempre in evoluzione Con l’intervento continuo di maestri e collezionisti a dare il proprio tocco personale all’opera. Lo scopo è sempre quello, riprodurre la grandezza della natura a dimensioni ridotte arricchendola con gusto estetico e cura quasi maniacale.

b7c120b2d94fb333d42dc422125f5079

Ph Shakespeare Van Leeuwen

D.L.