Aviatrice

0
1101

AVIATRICE

Ecco un’aviatrice dei tempi moderni, accanto ad un velivolo, forse, fuori uso. Donna dalla bellezza altera, divina. Sul petto schermato da un timido velo, ostenta forme procaci e “decorazioni” di grado superiore. L’aria la sfiora appena, in quella posa plastica e “sfrontata” che ricorda il nascere dell’alba. La creazione di un giorno nuovo. Eroina di un passato glorioso, di sfide già vinte. Protagonista di un’immagine da copertina, dove la visione del reale scolora e prende forma la nostalgica mitologica, onirica, che tutto trascende e confonde.

received_10208475124028696

Musa temeraria dai calzoncini corti, dal reggicalze in vista che avrebbero fatto battere il cuore al Grande Vate – Gabriele D’Annunzio – e spodestato il “futurismo” di Marinetti.

Gloriosa, volitiva. Un “demone biondo” che si offre al cielo con languidezza possente. A ben guardare, l’intera trilogia pittorica, viene da pensare alle “divine del cinema” che hanno calcato lo schermo con trame immortali. Un fascino, quello rappresentato, mai volgare, seppur conturbante e ammaliatore. Una “cacciatrice” di limpidi cieli, di voli acrobatici, di nuvole desiderose d’Infinito.

Una sorta di variegato “cartellone pubblicitario” dove l’esistenza diventa valorosa, spasmodica, prettamente muliebre. Una e più immagini, quindi, tipicamente in contrasto con le tristi vicende di oggi, che vedono le donne come “fragili” oggetti di violenza, possesso sessuale e sterminio.

received_10208475124748714

Un inno tacito ma esplicito alla voglia di vivere, alla femminilità mai azzardata, al desiderio di sentimento e spiritualità racchiusi in un battito di ciglia.

Bodypainter: Serena Di Paolo 

Writer: Maria Rosa Oneto 

Fotografo: Nicola De Luigi