(A)SOCIAL

0
941

(A)social

Connessi, in rete, online, disponibili, sempre ed ovunque i nostri sguardi sono persi non più in quelli di chi ci sta vicino ma in uno schermo freddo, staccato..

Il mondo social diventa così un rifugio dove andare sempre più spesso per sentirsi protetti, al sicuro, liberi dai giudizi e dai pregiudizi..

(A)social è però la realtà quotidiana, in cui non si è quasi più in grado di parlare con le persone, di socializzare perché la comoda maschera cade.

E senza maschera si è spesso incapaci di mostrarsi per ciò che si è: persone con paure, emozioni e fragilità.

Ariel