Anno che te ne vai 

0
1787

ANNO… CHE TE NE VAI

Sono felice che tu mi sia passato addosso, anno che te ne vai.

Delle volte ti ho sentito, sulla schiena, pesante come un macigno, delle volte, eri così leggero, che su quella stessa schiena, mi sentivo due ali.

E mi hai dato giorni violenti e notti insonni.

Attimi felici e tramonti che non rivedrò mai più. Ce ne saranno ancora, forse di più belli, ma non li guaderò con gli stessi occhi.

E sei stato carezza e pugno nello stomaco.

Amore.

Solitudine.

E mi hai vista più giovane di ciò che sarò, o forse più vecchia, perchè la vita ci cambia, in meglio o in peggio.

Perchè le rughe, quelle più profonde, ce le abbiamo nel cuore, non sulla faccia.

Hai visto i miei sogni.

Alcuni interi, alcuni in frantumi.

Quanti ne hai rimandati!

Ed io ci spero ancora, che il prossimo anno, sia migliore di te.

In ogni caso, mi lasci con questa speranza.

Si chiude il cerchio e te ne vai, e nonostante tutto, mi volto a guardarti con malinconia.

Comunque tu sia stato, sei stato VITA.

E la vita è vita, sempre.
……

Che il viaggio continui per tutti noi,

e che sia un bel viaggio.

AUGURI!!