Andrea Fazioli. Uno splendido inganno

0
977

Andrea Fazioli
Uno splendido inganno.

A cura di Anna Cavestri

Guido, lavorava in una stazione di servizio nella Svizzera ticinese, vicino al confine con la l’Italia,sul lago Maggiore.
Onesto ed integerrimo, decide di andare in pensione anticipatamente.
Fra le giornate trascorse a passeggiare, a volte al bar con gli amici, incontra Karin.
Una bella donna, si piacciono. Lei è truffatrice di professione e non glielo nasconde.
Guido, che tiene a Karin, fa di tutto per portarla sulla retta via, senza successo.
I due si innamorano e Guido, suo malgrado si trova in mezzo a truffe e truffatori della peggior specie, standosene comunque a distanza.
Cosa non facile, Karin &C, si occupano di rivendere ville d’epoca sul lago e quadri antichi, ovviamente di dubbia provenienza.
È il bel mondo quello da truffare, incontri in luoghi eleganti, personaggi in vista.
Guido riesce a carpire che tra i truffati c’è suo genero. Tenta in tutti i modi di convincere Karin a lasciarlo stare, ma le regole nel modo delle truffe non guardano in faccia nessuno.
È combattuto Guido, ma sente di amare Karin, pare ricambiato pure.
Fa qualche tentativo maldestro, ma viene subito redarguito dai complici di Karin e non solo.
Studia un piano, sembra pure riuscito, ma i professionisti delle truffe ad alto livello, sono altra cosa.
Alcuni nodi verranno al pettine, altri vagano nella mente di Guido.
Che nel frattempo ripensa e cambia vita.
Scritto bene, si legge senza problemi, Fazioli specialista in gialli, in questo libro sceglie la forma più romanzata con la giusta suspense.