Andre Agassi. Open, la mia storia

0
218

Le storie autobiografiche non sempre sono garanzia di riuscita, anzi spesso possono risultare noiose o eccessivamente romanzate. Ma non è questo il caso. La storia di Agassi è affascinante ed interessante, perché ricca di situazioni al limite del paradosso e dell’incredibile. Il campione viene costretto ad allenarsi sin da quando aveva quattro anni da un padre dispotico e determinato a farne un campione a qualunque costo. Per questo motivo cresce con un sentimento di totale e smisurata avversione per il tennis.

Ma la cosa incredibile è che contemporaneamente Agassi prende coscienza di possedere un talento eccezionale e fuori dal comune. E questo contrasto tra la tendenza all’autodistruzione e la ricerca della perfezione accompagnerà Andrè in tutta la carriera. Ciò ha fatto di Andrè un personaggio amatissimo, proprio perché fuori dalle righe e da ogni conformismo. Capelli ossigenati, orecchino e una tenuta più da rocker che da tennista, Agassi ha finito per sconvolgere l’austero mondo del tennis, raggiungendo allo stesso tempo una serie di successi incredibile, tali da farne uno dei piu grandi tennisti di sempre. Una bella storia, un libro che si legge molto bene.