(A)MAREGGIATA

0
767

Come il mare in tempesta appariva la sua anima fragile, per troppo tempo usurpata, usata, trascurata e abbandonata, come una nave nel mare in burrasca.

Aspettava invano di essere salvata da quelle onde forti e prepotenti che l’assalivano senza darle tregua e continuava a lottare per trovare un appoggio a cui aggrapparsi..

Capì poi che nessuno l’avrebbe potuta salvare se non se stessa.. Quindi nuotò con tutte le sue forze, sfidando la forza impetuosa e prepotente del mare, bevendo tanta acqua e miracolosamente si salvò.

Da quel giorno non fu più la stessa e comprese che si sarebbe dovuta affidare sempre e solo alle sue forze.