FINO ALL’ULTIMO RESPIRO di Cinzia Fiore Ricci

0
983

FINO ALL’ULTIMO RESPIRO di Cinzia Fiore Ricci

Recensione di Elena Ungini 

Fabiana è una giovane studentessa, alle prese con le prime cotte. Esce con Simone, che le presenta il suo migliore amico: Andrea. Fra i due nasce subito un’attrazione fatale e, ben presto, si mettono insieme. La loro storia, però, dopo un inizio idilliaco, è destinata a finire: un giorno Andrea la lascia, all’improvviso. Le dice semplicemente di essersi stancato di lei. Per Fabiana è l’inizio di un incubo: prima si fa vincere dalla depressione e dalla disperazione, poi ritrova un briciolo di felicità con un altro uomo, Mauro, ma lui, follemente geloso e preoccupato che lei possa finire vittima dei suoi loschi giri d’affari, la rinchiude in casa, impedendole di uscire, e arriva persino a ferirla. Fabiana, da poco ricongiuntasi al padre, che l’aveva lasciata sola da piccola per poi cercarla una volta raggiunta la maggiore età, viene salvata proprio da lui e dalla sua migliore amica, mentre Mauro finisce in prigione. Passano anni e, per caso, in una discoteca, Fabiana ritrova Andrea, e la loro storia, bruscamente interrotta, riprende. Ma il destino ha in serbo ancora troppe prove, per loro due… e Mauro trama nell’ombra della sua cella.

Un romanzo passionale, nel quale la storia dei due protagonisti si fonde con quella degli altri personaggi, i loro amici, rendendo più interessante e intricata la trama. Le scene d’amore sono descritte con dovizia di particolari, dense di passione e di pathos.

La trama si rende a ogni passo più interessante, coinvolgendo il lettore in un vortice di situazioni, a volte tenere, altre volte decisamente più movimentate, per giungere a un finale assolutamente mozzafiato.

Un libro “pepato”, per veri intenditori di erotismo.