All’imbrunire

0
181

All’imbrunire 

All’imbrunire
Profumo ovattato di grano maturo
messi argentate cullate dal vento.
Il tramonto morbido lentamente scende,
rumori attutiti dal suo caldo tepore,
uccelli felici,
ritornano alle loro care dimore.
Ultimi raggi colorati di oro,
ignari del buio,
rasenti illuminano il suolo.
I fiori gioiosi,
stanchi del torrido giorno,
riaprono festanti le spore.
I grilli nei campi,
son pronti al concerto serale.
Una civetta solitaria,
nascosta sul ramo,
lancia il suo verso nell’aria.
Intanto la luna d’argento,
con aria materna,
illumina quel mare di silenzio.
Un gatto dal passo felpato,
paziente attende,
di sferrare l’agguato.
I pensieri nella calma della sera,
vagando disordinati,
sperano in qualche chimera.
Il sonno scende lentamente,
i sogni di una vita,
adesso popolano la mente.

Alessandro Calanca 

@diritti riservati