Alienato destino

0
412

ALIENATO DESTINO

Donna,
il tuo grido non avrà mai voce
nel muto dominio di colui
che ha imprigionato i tuoi occhi
all’ombra della sua onnipotenza.

I tuoi no,
soffocati dal filo spinato delle paure,
rimarranno nel silenzio,
conficcate nella pelle
dall’ossessione di chi
ti ha promesso amore.

E lacrime inconsolate
resteranno senza parole,
affogate nell’attesa
di un cambiamento mai avvenuto.

Anche la luna si è spenta
al buio dell’offesa di quell’uomo
che chiude i tuoi occhi
di madre, di figlia,
di moglie,di amante
in un bacio avvelenato
da un delirio senza senso.

E mani che prima elargivano carezze,
ora soffocano gli ultimi spiragli
di un amore senza più sospiri.

Resta, ora,
solo l’urlo di rivalsa,
immortalato in un paio di scarpe rosse,
fotografato tra le tante senza più respiri,
in ricordo di te, Donna,
che hai creduto ad un amore,
senza presagire l’alienato destino.

Anna Cappella