Achillea

0
1610

L’Achillea è un genere di piante della famiglia delle Asteracee, notevole per il numero di specie e di qualità. L’achillea (Achillea millefolium), è una pianta erbacea ha fusto dritto la cui altezza può variare dai 30 ai 70 cm; le infiorescenze sono di colore rosa o bianco. Il nome viene da Achille; quest’ultimo guarì le ferite di Telefo, re di Micene e suo alleato in battaglia, tamponandole con fiori e foglie di achillea. Per quanto riguarda illuogo dove cresce, la si trova in tutti i continenti ma l’origine è europea. Interessanti sono le tante denominazioni che questa erba ha avuto nei secoli da erba de feridas a erba dei somari, da erba del marchese a erba dei tagi fino ad erba del soldato e poi erba pennina,stagnasangue e tanti altri nomi che attestano la popolarità di questa pianta nel tempo. Ad essere utilizzati sono fiori e radici oltre alle foglie che possono essere utilizzate fresche o essiccate all’ombra.

Proprietà 

Ha diversi principi attivi come rutina, gli olio essenziali, achillina, steroli, tannini, sequiterpeni, acidi organici, potassio, fosfato, mucillagini, acido achilleico e altri. Il che rende l’Achillea una delle piante con più utilizzi a livello fitoterapico. Risulta indicata per emorragie, disturbi mestruali, del sistema cardiocircolatorio, dispepsia, febbre e disturbi apparato urinario.Per quanto riguarda i disturbi mestruali l’achillea non agisce a livello ormonale, ma regolando la circolazione e la stasi sanguigna. È poi un rimedio emostatico utile ad esempio in caso di emorroidi o venerdì varicose. Ha poi proprietà vasodilatatorie, stimola le secrezioni gastriche favorendo la digestione, stimolante la sudorazione ed è indicata negli stati febbrili. Importante poi anche la funzione antispasmodica mentre gli estratti acquosi hanno un’ importante funzione lenitiva.

Uso

L’uso può essere esterno o interno. Quello esterno si ha tramite decotto o olio con funzioni lenitive, quello interno tramite infuso,tisana e Vino di achillea.L’achillea viene utilizzata anche in cucina per insaporire salse, minestre e insalate stando però attenti a non esagerare essendo altamente aromatica.

Appuntamento al prossimo segreto della natura. Lorenzo