A GIRL FOR TWO

0
712

Ho terminato in un baleno il romanzo “A girl for two” di Evelyn Storm. Lo stile narrativo accattivante, “allegro”, incalzante, porta il lettore a staccare la spina per qualche ora dalla vita impegnata, frenetica, per abbandonarsi a una piacevole lettura divertente e simpatica.

L’autrice Evelyn Storm ha messo a dura prova la protagonista Nicole che, senza lavoro, senza amore, si trova improvvisamente attratta da due uomini – Kayl e Jake – affascinanti e attraenti, ciascuno a modo suo. Il primo più aperto, più “bambino”, più impulsivo; il secondo più posato, più maturo, più razionale. Un incontro avvenuto per caso che avrà strascichi movimentati.

Approfondite ed esaustive le descrizioni dei vari personaggi, delle loro emozioni contrastanti, dei loro sentimenti. Un romanzo che si focalizza su due aspetti basilari della nostra vita: amicizia e amore.

L’amicizia di Nicole e Dana, amiche inseparabili, confidenti “senza se e senza ma”, in grado di capirsi al primo sguardo e di comprendere gioie e turbamenti dal solo tono della voce.

Amore che fa soffrire tanto, che fa male al cuore e che fa tirare fuori gli artigli pur di conquistare chi ci ha rubato l’anima, il respiro. Una sofferenza che non fa discriminazioni: quando si ama in modo totalizzante non si può concepire di perdere chi ci completa, chi ci fa sentire vivi, frizzanti, belli dentro e fuori.

La vita, però, è dura, non ci fa sconti e quando si arriva ad amare due persone contemporaneamente – come è successo a Nicole – diventa difficile concentrarsi, vivere. E, soprattutto, diventa difficile scegliere.

Non è mai prudente tenere il piede in due scarpe e Nicole lo capirà bene ma, alla fine, riuscirà a guardarsi dentro, a guardare dentro “i suoi amati”, a vedere la loro anima e, finalmente, a scegliere.

Quante volte le scelte (non solo legate all’amore) portano scompiglio, disagio e sofferenza. Sì… perché in fondo “scegliere” significa abbandonare qualcosa o qualcuno per qualcos’altro o qualcun’altro. Bisogna essere coraggiosi e determinati. Solo così si potrà affrontare la vita a testa alta e si potranno superare i periodi bui.

Mi sono affezionata moltissimo alla protagonista Nicole e penso che anche io avrei fatto la sua stessa scelta.

Brava l’autrice, che con la sua scrittura scorrevole, leggera e con la sua storia romantica, ha saputo dare vita a un libro degno di essere letto dove la suspence, sempre presente, invoglia il lettore a leggere fino all’ultima parola senza mai annoiarsi.

Elvira