A conquistare il cielo

0
220

A conquistare il cielo

A conquistare il cielo
con le dita del sogno
scocca istante presente
freccia invisibile senza bersaglio
ringiovanisce il mondo
senza ricordi o cieli da svuotare
dell’eterno che resta e soffia in viso.

E ogni volta l’abbraccio
di una fresca inquietudine
nell’attesa sorniona per qualcosa
d’intenso che già viene rimpianto
come fosse accaduto.

Gianfranco Isetta