Una serata di Jazz a Galatina con il Doctor Jazz Salentum Festival

0
1095

Ecco servito il piatto migliore per chi ama il Jazz, il suo ritmo sincopato, nato come gesto vocale per dare ritmo e per coordinare il lavoro nelle grandi piantagioni di cotone o altro, per poi musicalmente con lo swing ed il bepop raggiungere le masse critiche ed uscire dai ghetti neri di New Orleans. Sin dai primi tempi il jazz ha incorporato nel suo linguaggio i generi della musica popolare statunitense, dal ragtime, al blues, alla musica leggera, fino ad arrivare a generi come la samba, la musica caraibica e il rock. “Doctor Jazz Salentum Festival” è un Jazz Festival che prevede diverse tappe in territorio salentino. Il festival oggi itinerante nasce a Muro Leccese nel 2016 in memoria del dott. Antonio Culiersi, farmacista appassionato di jazz, fra i fondatori di “Umbria Jazz”, il festival giunto ormai alla terza Edizione con gli organizzatori che hanno deciso di renderlo da quest’anno itinerante, questo grazie al grande successo ottenuto nelle due precedenti edizioni, per far conoscere questo genere sofisticato di musica ad un pubblico sempre più vasto.

Nel 2018 infatti si è già tenuta una tappa dell’edizione primaverile a Calimera, lo scorso 21 aprile e dopo la serata a Galatina del 8 giugno, il 14 giugno prossimo si replica a Lecce, presso la Braceria & Jazz Club “Carnivori”, con il duo Guido Di Leone e Andrea Sabatino. Altre tappe sono previste nel corso dell’estate. La tappa del 8 giugno che si terrà a Galatina alle ore 21.30 nel chiostro dell’ex Convento delle Clarisse, in piazza Galluccio a Galatina, sarà una tappa interamente dedicata al jazz salentino e vedrà la partecipazione di Fulvio Palese Trio, che presenterà il nuovo cd intitolato “Aletheia” (AlfaMusic) con la partecipazione speciale dell’enfant prodige di appena 17 anni, il jazz vocalist Simone Orlando, che si esibirà con la band del trio Palese. La serata sarà aperta da un simposio sul tema “

La fenomenologia del jazz come volontà di liberazione e come sfida della contemporaneità”, con la presenza e le relazioni del prof. Antonio Quarta, docente universitario di Storia della Filosofia contemporanea e del prof. Maurizio Nocera, antropologo, saggista, critico letterario e segretario provinciale Anpi di Lecce. Introdurrà il dr. Salvatore Coluccia, Presidente del Club Unesco di Galatina e seguirà un breve dibattito. L’evento è organizzato da Daria Vernaleone, in collaborazione con il Comune di Galatina e con il Club per l’Unesco del luogo, con la direzione artistica di Elisabetta Guido e Romualdo Rossetti. Una serata ricca di suggestioni musicali, aspetti sociologici ed antropologici che vi invito a gustare in una location adatta alla serata.

Raimondo Rodia