Sono di luna

0
183

Sono di Luna

Di Maria Rosa Oneto 

Suona la Luna
quel soave nutrimento del cuore.
Con l’anima raccolta
mi lascio possedere
da una dolce nostalgia.
Sorella di notti
galleggianti di stelle,
di preghiere a bocca chiusa
nell’intimità del pensiero.
Di voli armoniosi
dove la felicità non viene mai negata
e si sparge ovunque come nettare
d’Infinito a cui tutti posson porgere le mani.
Canta la Luna
lo stesso mio peccato,
ripetuto e circoscritto
in cunicoli di passione
ove il buio affiora, esplode
in miriadi di fuochi allucinati.
Sono di luna
le magie che vagano scarlatte
sui tetti delle case
e nell’attesa del giorno
bruciano di piacere
scivolando sulle strade.