Scorre il mare

0
281

Scorre il mare

Di Maria Rosa Oneto 

Scorre il mare nelle mie vene.
È il sangue blu di una nobildonna che per follia ha perso dignità e casato.
Scorre il mare, proprio vicino al cuore e dalla bocca fuoriesce un salmastro che sa di isole lontane e di fiordi incatenati all’infanzia.
Scorre il mare ed è linfa di una foresta incantata dove da bambina respiravo nuove aurore e comete che spargevano manna sui sicomori.
Scorre il mare nelle mie vene disegnate ad una ad una dal Signore, strade sempre accese, portatrici d’avventure, di fieri ruggiti gettati sulle foglie a orecchie d’elefante.
Scorre il blu tra distese di rocce assolate, nidi di gabbiani e struggenti atmosfere notturne che accordano chitarre, falò sulla sabbia, venti di maestrale a scardinar le barche e i sospiri degli amanti.