Nuova Zelanda

0
521

C’è un posto che si trova esattamente dall’altra parte del globo rispetto all’Italia, dalle dimensioni simili ma molto meno abitata. Paradossalmente verrebbe da dire che si farebbe prima, se si potesse, a raggiungerla passando per il centro della terra: La Nuova Zelanda.

Il paese, noto per i Maori, la nazionale di rugby, i paesaggi naturali e per il fatto che le pecore sono molto più numerose degli uomini, nasconde tanti tesori.

01. Logo
Siti specializzati in Viaggi e Vacanze la suggeriscono di tanto in tanto come uno dei posti più interessanti da visitare. Si tratta di un paese ricco di contrasti e culture a confronto.

Sicuramente possiamo dire che vale la pena farsi tante ore di volo per raggiungere questa terra lontana.

Innanzitutto qui ci sono 14 parchi naturali con paesaggi incredibili. La bassa densità di popolazione favorisce la natura incontaminata e la biodiversità.

Tra questi parchi spicca Milfod Sounds, zona ricca di fiordi e ghiacciai che si trova nel Parco Nazionale di Fiorland. Questo è il primo morivo per cui vale davvero la pena farsi un giorno di volo. Paesaggi unici nonostante si tratti di una terra non vastissima.

La Nuova Zelanda come parte integrante dell’ex impero britannico è uno dei posti consigliati anche per chi voglia imparare la lingua inglese. Un alternativa valida e di grande valore a Uk, Usa e Australia.

Si tratta tra l’altro di un paese molto vivibile, tra quelli con miglior qualità della vita. Ben due città neozelandesi figurano nella top 20 mondiale delle città più vivibili.

La Nuova Zelanda è un paese occidentale, con un’economia ricca e sviluppata, dove viene fortemente rispettato l’equilibrio tra lavoro e tempo libero che è un punto fondante dello “stile di vita kiwi”. Kiwi è il soprannome dei neozelandesi che deriva da un uccello simbolo del paese.

Un altro aspetto positivo che rende questo paese frizzante e interessante è legato all’età media della popolazione locale. La Nuova Zelanda è un paese giovane e un terzo dei suoi 4,6 milioni di abitanti hanno meno di 25 anni.La Nuova Zelanda regala anche spiagge incantevoli e ben godibili. Il clima temperato fatto di forti contrasti stagionali rende questa grande isola un paese dove è gradevole abitare e anche farsi un pò xi mare.

Qui esistono coste di ogni genere, di sabbia bianca o nera, di acqua tiepida o fresca, spiagge dove il mare è calmo o dove è possibile fare surf tra le onde. Basta scegliere luogo, vento e corrente adatta ai propri gusti.

set2 Edreams Generico Image Banner 168 x 28

La Nuova Zelanda ha poi la caratteristica di essere un paradiso per i fan dello sport all’aria aperta e a contatto con la natura: dallo sci agli sport estremi, si pratica un pò di tutto. Non è un caso che a Queenstown, nell’Isola del Sud, sia stato inventato il Bungee Jumping e si pratichi ogni genere di sport all’aria aperta.

Poi ci sono gli aspetti culturali e ludici oltre che folkroristici. E qui si ricade negli ambiti maggiormente conosciuti. Ad esempio la Nuova Zelanda come molti sapranno è lo scenario e l’ambiente dove sono stati girati “Il Signore degli Anelli” e “Lo Hobbit” di Peter Jackson.

In molti hanno scelto tra le opzioni di viaggio proprio la visita dei luoghi del set. La bellezza dei paesaggi rende sicuramente questa esperienza ricca di fascino.

Dal punto di vista gastronomico la Nuova Zelanda ospita abitanti provenienti da tutto il mondo, soprattutto però dall’Asia e dai paesi anglosassoni.

Questo fa si che la cucina neozelandeee sia piuttosto varia, ma originaria di altri paesi. Un esempio è dato dal “fish & chips” che ha chiare influenze inglesi. Le tradizioni britanniche miscelate con la cultura Māori danno  lorigine alla cultura neozelandese.

Aotearoa, che significa “paese dalla lunga nuvola bianca”, è il nome Maori di Nuova Zelanda. La cultura māori proviene dalla Polinesia di Hawaiki, la sua storia, la sua lingua e le sue tradizioni, come gli appariscenti tatuaggi ‘Tā moko’, sono dunque parte fondante della vita nei neozelandesi.

Un esempio è la conosciutissima danza Haka degli All Blacks, squadra di rugby neozelandese. I locali sono appassionati di questo sport un pò come gli italiani ciò calcio. Il New Zealand Rugby Museum a Palmerston North, nell’Isola del Nord è il luogo sacro dove visitare e scoprire la passione sportiva di questo popolo per il rugby.

Grazie a questi paesaggi incontaminati e al fascino della cultura mista la Nuova Zelanda si è guadagnata negli anni un posto di rilievo nel panorama turistico internazionale.

L.D.

Lodame servizi