Miti e simboli legati all’acqua in mostra a Gallipoli

0
436

Metti un luogo suggestivo e ricco di cromatismi e figure geometriche come la casa degli artisti a Gallipoli, un evento legato ai miti ed ai simboli dell’acqua ed ecco la formula magica per una mostra che consiglio di non perdere.

In mostra tra il 16 ed il 26 settembre numerosi grandi artisti, inoltre saranno attivate nei due week end della mostra 16 e 17 e 23-24 settembre delle visite guidate create ad hoc.

Sabato 16 settembre Pre Vernissage, Gallipoli mitologica. I miti e leggende legate alla fontana ellenistica, il castello, il ponte, il monumento al riccio di mare, la cattedrale, le chiese ed i palazzi del centro storico. Inizio ore 16 fontana, termine ore 18.

Domenica 17 settembre Galatina Esoterica, Il mito delle Tarantate, la leggenda del cavaliere senza testa, il nome segreto del massimo Dio, il bene ed il male in pietra, faccine di bimbo che piangono sangue, astronavi nei dipinti, mascheroni ed altro che vi lasceranno a bocca aperta. Inizio ore 16 basilica S. Caterina fine ore 19.30.

Sabato 23 settembre Soleto Magica. I maghi e le fattucchiere, il più famoso di loro Matteo Tafuri, la guglia costruita dai diavoli in una sola notte, gli affreschi ed i segreti della chiesa di S. Stefano, segnali esoterici ed altro che vi ammalieranno. Inizio ore 16 appuntamento sotto la guglia.

Domenica 24 settembre I Massi della Vecchia, enormi megaliti posti in un oliveto, le leggende, i tesori nascosti, i dolmen ed i menhir, un luogo cultuale dove svolgeremo tramite due sciamani, uomo-donna Quechua, una ripulitura energetica ed un despacho di ringraziamento agli Apu ed alla madre Terra e straordinariamente alla Madre Acqua ” Mama Cocha ” proprio in occasione dell’equinozio d’autunno. Inizio ore 9.30 parcheggio cimitero Palmariggi, chiusura ore 12.30. Info e prenotazioni 392 5340573.

Ma torniamo ai temi della mostra ” Madre Acqua “, l’acqua viene espressa come principio cosmico femminile, anima del Mondo, Madre per eccellenza, creatrice di vita e a volte di morte, connessa ai cicli lunari, all’inconscio e al liquido amniotico del ventre materno. Fin dall’antichità si parla dell’acqua e del mare come fonte originaria della vita, nelle antiche cosmogonie dai miti greci fino alla santeria cubana, citano l’acqua come luogo di nascita di divinità e creature dell’Universo.

Mare Aquae

Nei miti greci si narra che da Oceano, il figlio maggiore di Urano e Gaia, si generarono tutti i mari, i fiumi, le fonti, i laghi e tutte le sorgenti di acqua dolce e salata. Tante sono le creature e divinità marine che popolano le leggende dei nostri mari. Tutto l’antico Testamento esalta il segno di benedizione dell’acqua: il Diluvio e il passaggio attraverso il Mar Rosso segnano la sua forza distruttrice, ma anche la rinascita dell’umanità. Il mare tra sacro e profano, è sempre stato simbolo di rigenerazione, che venga scelto come luogo per celebrare riti di purificazione o per puro relax vacanziero ha da sempre un posto speciale nel cuore di creativi, artisti, cantanti e poeti.

La mostra Mater Aquae gode dell’amicizia-partnership di RaiRo servizi turistici di Raimondo Rodia, che organizza con grande competenza e passione itinerari legati a miti, leggende, misteri e simboli esoterici del territorio salentino. Durante tutto il periodo della mostra ma non solo, potrete partecipare alle sue affascinanti visite guidate a Gallipoli, Galatina, Soleto e altri luoghi magici ed energetici del Salento. Chi intende soggiornare durante il periodo della mostra potrà pernottare con servizio di bed and breakfast presso la location dell’evento godendosi cosi una bella vacanza artistica con una splendida vista mare. Questo evento vuole essere una celebrazione del mare e in particolare del nostro Mediterraneo crocevia di popoli, eroi, santi e navigatori.

Raimondo Rodia