Minorca: un viaggio tra spiagge incontaminate, acque cristalline e tanta cultura

0
732

Minorca è un’isola della Spagna con superficie di 689 km² ed una popolazione di 86 697 abitanti. Si tratta della seconda isola per estensione dell’arcipelago delle isole Baleari, situata nel Mar Mediterraneo ad est di Maiorca, ha una lunghezza di circa 48 km ed una larghezza massima di 16 km.

Risparmiata dagli effetti più deleteri dello sfruttamento edilizio, la maggior parte dell’isola è una Riserva della Biosfera dell’UNESCO con 216 chilometri di costa e di spiagge paradisiache. La costa sud è un susseguirsi ininterrotto di calette di sabbia bianca finissima con la vegetazione che orla le baie, mentre la costa nord è brulla e di roccia rossa, con paesaggi che assomigliano piuttosto a Marte o alla Luna. Molto bello anche l’entroterra con i suoi villaggi di calce bianca e i muri a secco, e il Monte Toro al centro dell’isola da cui si gode una vista magnifica a 360°.

L’affascinante isola di Minorca non è soltanto apprezzata per le sue spiagge, bensì offre ai suoi turisti anche delle attrazioni culturali di tutto rispetto. Infatti in ogni angolo dell’isola si può respirare la sua storia che testimonia le varie culture e dominazioni che hanno interessato questa isola del Mediterraneo.

Qui ci sono ben 32 siti archeologici risalenti all’epoca Talaiotica e resti della Preistoria come la Naveta des Tudons, scavi della capitale Mahon e borghi marinari che conservano loro tradizioni.
Da non perdere anche l’antica capitale Ciutadella, il suggestivo paesino di Es Castell, il gioiello del nord Fornells e molto altro.
Vi hanno lasciato traccia i romani, i bizantini e musulmani i cui cimeli sono raccolti nel Museo di Minorca, mentre la forte dominazione britannica ha dato vita ad importanti costruzioni come la Fortezza Marlborough e vari pozzi per la raccolta dell’acqua piovana.
Minorca è stata dichiarata nel 1993 Riserva della Biosfera dall’ Unesco, presentando una ricchezza naturale e una speciale biodiversità, come il Parco Naturale di Abufera des Grau, una vasta laguna naturale che si estende coi suoi isolotti per 5 ettari di superficie. Qui vi sono anche numerose aziende agricole in cui si pratica l’agricoltura tradizionale.

A Minorca le estati sono calde e gli inverni miti, i giorni all’anno di sole si stima siano circa 300 e per la sua caratteristica tranquillità e serenità si appresta ad essere scelta come meta turistica da famiglie, coppie, sportivi oltre che da comitive di ragazzi.
Le spiagge con il loro mare cristallino sono la maggiore fonte di attrazione, ma non solo: la natura e la cultura anche occupano un ruolo importantissimo e gli eventi organizzati dall’ isola, sempre piacevoli e creativi, permettono ai vacanzieri di trascorrere serate diverse e interessanti.

Il litorale conta ben 216 chilometri, tra calette e spiagge dalle acque turchesi. Si va dalle spiagge dalla sabbia bianca e fina con acque poco profonde, alle calette più rocciose che si affacciano in un mare blu e profondo . Molte di esse sono praticamente incontaminate ed è un’ esperienza unica entrare a contatto diretto con la natura, mentre altre sono più conosciute e maggiormente frequentate.

La spiaggia più conosciuta è quella di Son Bou che si estende lungo una baia poco profonda sotto piccole dune e dove si concentrano maggiormente i turisti, tra le spiagge incontaminate invece c’è da ricordare la Cavalleria, raggiungibile tramite un sentiero di dieci minuti. La sua sabbia è di un rosso intenso, è lunga 450 metri, le acque sono verdi ed è circondata da rocce marroni.
Molte spiagge di Minorca sono pet-friendly, quelle per i cani sono quattro e si trovano tre nel comune di Es Migjorn: Binigaus, Cala Fustam e Cala Escorxada. La quarta è invece Cala Pudent, nel comune di Es Mercadal, a nord dell’isola.

La cucina di Minorca presenta piatti deliziosi e colorati da gustare nei migliori ristoranti dell’isola.
L’arte culinaria anche ha subito l’influsso dei vari popoli che hanno dominato l’isola, per cui ha una tradizione antica e varia: catalana, francese, araba, inglese…
Come in tutte le isole ovviamente fondamentale sono il pece ed i crostacei, serviti nei famosi piatti tipici: abbiamo la Calderata de Langosta, una zuppa di aragosta preparata il giorno precedente allo scopo di esaltarne il gusto, da mangiare a Fornells, nella parte nord di Minorca.
Chi ama la carne può soddisfare le proprie voglie in tantissimi ristoranti della capitale Mahon, dove è sempre di ottima qualità. Celebre è il “formaggio di Menorca”.
Non manca per i nostalgici o per i palati più complicati, la pizza italiana, preparata a mano e cotta in forni a legna, proprio come nel nostro Paese.

A giugno ci sono tantissimi eventi frizzanti e creativi e ve ne riportiamo alcuni a partire da questa settimana:


2016 Image Banner 728 x 90

LUNEDÌ 4 DI GIUGNO:
Dalle 17.30 alle 19.30 nella Piazza de Sa Creu di Sant Lluís, attività infantile gratuita “Giochi dal Mondo”: oggi tocca all’Oceania.

MERCOLEDÌ 6 DI GIUGNO:
A Sant Lluís nella Plaza de Sa Creu alle 17.30 attività gratuita con giochi vari per bambini.

GIOVEDÌ 7 DI GIUGNO:
Alle 19.30 a Es Mercadal, la scuola di musica locale si esibisce nel centro con uno spettacolo di musica e canzoni moderne. Al termine dell’esibizione nella Piazzetta della Chiesa spettacolo di batucada e hip-hop.

VENERDÌ 8 DI GIUGNO:
L’associazione INJOVE organizza un mini corso sulla lavorazione del vetro alle ore 20.00 presso il Casal de Joves di Es Castell.
Alle ore 21 nel patio Claustro di Mahón concerto di NonAsound, gruppo rock minorchino. Prezzo del biglietto, 5 euro.
Alle 23.30 presso il Jazzbah di Ciutadella concerto folk-rock con il gruppo di Ibiza Projecte Mut.
SABATO 9 DI GIUGNO:
Alle 12 e poi anche alle 19 la scuola di musica di Mercadal si esibisce gratuitamente nella Sala Multifunzionale del paese con i canti di “La Clàudia sol”.
Torneo di ping pong alle 20.30 hores presso il Casal de Joves di Alaior. Organizza INJOVE.
Dalle 18 alle 21 presso il Teatro Principale di Mahón concerto di fine anno della Scuola municipale di musica di Mahón. Entrata gratuita.
Alle ore 21 presso il Polisportivo di Alaior concerto del baritono Simón Orfila ed il trio Arrels con musica minorchina, habaneras e boleros. Biglietto di entrata a 15 euro.

DOMENICA 10 DI GIUGNO:
Nella Sala Albert Camus di Sant Lluís alle ore 12 si esibiscono in un concerto gratuito gli alunni della locale scuola Emea.

MERCOLEDÌ 13 DI GIUGNO:
Nella Sala Albert Camus di Sant Lluís alle ore 20 proiezione del documentario del mese: “Petitet” al costo di 3 euro.

GIOVEDÌ 14 DI GIUGNO:
Nel pomeriggio a Mercadal spettacolo della scuola di musica locale nella Piazzetta della Chiesa con musiche corali.

VENERDÌ 15 DI GIUGNO:
Alle ore 21 nel patio Claustro di Mahón si esibirà in un concerto jazz l’artista maiorchina Julia Colom. Entrata al prezzo di 6 euro.

Adesso vi proponiamo una ricetta fresca tipica del posto, da riproporre anche in famiglia magari al rientro delle vacanze, quando sentirete la mancanza del posto:
Ingredienti melanzane alla minorchina

• Melanzane moradas (quelle viola con le strisce bianche)
• cipolla
• pomodoro
• peperone verde
• aglio e prezzemolo
• uovo
• pane grattugiato
• sale, pepe, zucchero,
• olio

Preparazione melanzane alla minorchina

Tagliate a metà le melanzane e fatele bollire fino ad avere una polpa tenera estraete la polpa e tenete da parte.
In una teglia scaldate l’olio con l’aglio, la cipolla a julienne ed il peperone verde: dopo qualche minuto aggiungete il pomodoro e lasciate cuocere per circa 20 minuti.
Aggiungete quindi la polpa delle melanzane e lasciate cuocere per altri 30 minuti. Poi lasciate intiepidire.
A questo punto passiamo il ripieno al mixer con l’uovo ed il pangrattato, per dare un po’ di consistenza al composto.
Prendete una teglia da forno ed ungetela con un po’ d’olio: spolverate la base delle melanzane con un po’ di zucchero, poi riempitele con la farcia, spolverate di pangrattato, aglio e prezzemolo ed un filo d’olio.
Mettete in forno a 180° per 20 minuti. Ottime sia calde che tiepide.

Ogni giorno è quello giusto per viaggiare con lol.travel

2016 Image Banner 728 x 90

Scegli tra 300.000 hotel e voli di 600 compagnie l’offerta che fa per te.

Buon viaggio!

Giorgia Linho

Lodame servizi