La creazione del Mondo, Primo e il cosmo dei giganti: leggende norrene.

0
627

« Al principio era il tempo:
Ymir vi dimorava;
non c’era sabbia né mare
né gelide onde;
terra non si distingueva
né cielo in alto:
il baratro era spalancato
e in nessun luogo erba. »

 

Secondo i norreni esisteva un abisso cosmico prima della creazione. Questo abisso cosmico era chiamato Ginnungagap o…varco spalancato.

Risultati immagini per Ginnungagap

Venne il momento in cui si formarono due regioni alle estemità di questo varco:

A nord – Niflheimr

A sud – Mùspellsheimr

Risultati immagini per Ginnungagap

Il Niflheimr detto anche la terra della nebbia è il regno del ghiaccio e del freddo nella mitologia norrena.
Governato dalla dea Hel, figlia di Loki e di una gigantessa, il cui compito assegnatale da Odino.
Questa terra è divisa in tanti livelli differenti:

Un livello è per gli dei e gli eroi, presidiato da Hel.

Un altro è riservato agli anziani, i malati e tutti coloro ai quali era impossibile morire gloriosamente in battaglia ed entrare nel Valhalla.

Il livello più basso assomiglia all’Inferno cristiano – Hel –> Hell, dove i malvagi sono condannati a vivere per sempre.

Risultati immagini per Niflheimr

 

« Ma prima di ogni cosa vi fu quel mondo, a sud, chiamato Múspell. È luminoso e caldo, questo paese che arde e divampa, impervio agli stranieri e a coloro che non vi sono nati. »

Il Múspellheimr detto anche terra delle fiamme è chiamato anche Múspell, è il regno del fuoco.
È la dimora dei Giganti del fuoco o figli di Muspell e del loro capo, Surtr.
È costituito da puro fuoco, in opposizione alla terra del nord, Niflheimr, che è ghiaccio.

Immagine correlata

Nel regno di ghiaccio si narra vivessero gli Hrímþursar (giganti di ghiaccio o brina) e insieme ai Múspellsmegir, che sono invece di fuoco, erano tutti discendenti diretti per primo e unico gigante di Ghiaccio: Ymir.

Immagine correlataRisultati immagini per Múspellsmegir

Risultati immagini per ymir mitologia

Questi giungeranno al seguito del gigante del fuoco Surtr quando avrà inizio il Ragnarok, la fine del mondo, così come i figli di Muspell cavalcheranno su Bifrost, il ponte arcobaleno che unisce terra e cielo, e sotto gli zoccoli delle loro cavalcature Bifrost crollerà.

« Una chiglia avanza da est: verranno di Múspell sul mare le schiere, e Loki tiene il timone. »

Ymir (chiamato anche Aurgelmir tra gli stessi giganti) è stato il primo gigante del ghiaccio e una figura fondamentale.

Fu il primo degli esseri, saggio ma anche malvagio, come furono tutti i suoi discendenti.

Aveva una così grande statura che quando si sdraiava copriva tutta la terra.

E si dice che dentro il suo corpo vi fosse una sorgente di fuoco che faceva inalzare la temperatura in tutto il cosmo.

E fu così che un giorno durante un lungo sonno di Ymir… dal suo sudore si generò….

La razza dei giganti…orrendi e malvagi.

Sotto il suo braccio sinistro nacquero un uomo e una donna…

Dalle sue gambe si originò un figlio con sei teste.

Nata insieme al Primo, la mucca chiamata Auðhumla, dalle cui mammelle scorrevano quattro fiumi di latte, rilasciava il nustrimento.

Risultati immagini per Auðhumla

Auðhumla leccò il sale che incrostava alcune pietre ghiacciate e il primo giorno, verso sera, portò alla luce…I capelli di un uomo…

Il giorno dopo…. la testa…

E il terzo giorno… tutta la persona.

L’uomo si chiamava Búri il cui soprannome era il generante, il quale generò un figlio identico a lui che si chiamava Borr il generato, il quale prese in moglie Bestla figlia di Bölþorn: ebbe da lei tre figli.

Risultati immagini per Búri

Risultati immagini per borrRisultati immagini per bestla

Il primo si chiamava Odino, il secondo Víli e il terzo Vé.

Venne il giorno in cui questi ultimi si allontanarono e compirono il massacro…arrivarono ad uccidere il grande Ymin e nel suo sangue affogarono tutti i giganti che da lui erano discesi.

Immagine correlata

Unico a salvarsi fu colui che i giganti chiamavano Bergelmir figlio di Þrúðgelmir, il gigante che era nato dai piedi di Ymir.

Bergelmir e sua moglie si salvarono dal massacro e si ripararono lontano…

Da loro sarebbero discese le stirpi dei giganti di ghiaccio…

Odino e i suoi fratelli usarono il corpo di Ymir per creare Miðgarðr al centro del Ginnungagap…quella che noi conosciamo come terra di mezzo…il mondo degli umani.

Risultati immagini per Miðgarðr

La sua carne divenne la terra, il suo sangue formò i laghi e i fiumi, con le sue ossa furono erette montagne, i suoi denti e i frammenti rimasti delle sue ossa divennero pietre, e dai suoi capelli crebbero gli alberi e le larve della sua carne originarono la razza degli gnomi, progenitori dei nani e degli Elfi.

Gli dèi posero il suo teschio sopra il Ginnungagap e crearono la volta celeste, sostenuta da quattro nani: Norðri, Suðri, Austri e Vestri (quelli che conosciamo come punti cardinali).

Risultati immagini per Norðri, Suðri, Austri e Vestri

Odino allora creò il vento, sistemando uno dei figli di Bergelmir, sotto forma di aquila, alla fine della terra.

Risultati immagini per vento

Infine Odino tirò nel cielo i pezzi del cervello di Ymir che diventarono le nuvole.

« Poi presero scintille e fiammelle, che correvano libere, e furono lanciate fuori dal Múspellsheimr, e le posero nel mezzo del Ginnungagap nel firmamento, sia in alto che in basso, affinché illuminassero cielo e terra. »

Poi, i figli di Borr, presero le scintille dal Muspellheimr(terra del fuoco) e li dispersero attraverso il Ginnungagap creando le stelle e la luce per illuminare il cielo e la terra.

Risultati immagini per volta celeste

Dalle sopracciglia di Ymir fu creato un posto dove gli uomini potevano essere al sicuro dai giganti e fu proprio il Miðgarðr….

E anche per oggi la giornata della leggenda si è conclusa…tenete bene a mente questa lunga storia…perché si ricollegherà alla prossima!

E voi la conoscevate?

A-