IL RITRATTO DI DARIO GRAI

0
101

Ho letto questo racconto dell’autore Alessandro M. che già conosco, letteralmente parlando.

In questo caso prendendo a riferimento il grande autore Oscar Wilde, ripropone sotto forma di breve racconto l’opera “Il ritratto di Dario Grai”, dove Dario è un bambino di una coppia di amici, la famiglia Grai appunto.

Il protagonista viene invitato alla Comunione del bimbo e da lì parte il racconto. Essendo molto breve non entro propriamente nel merito, ma posso dire che l’autore tocca un argomento molto delicato e sentito: il bullismo.

E lo fa in maniera velata, ma quanto basta per portare alla luce l’aspetto più infido del fenomeno che conduce le vittime a vergognarsi di essere oggetto di scherno, tanto da tenersi tutto dentro, salvo trovare una persona affidabile, “amica”, con la quale ci si sente a proprio agio, e confidarsi tirando fuori tutta l’amarezza che la situazione sta creando.

Il racconto, pur essendo molto ristretto, contiene tutti gli elementi necessari per essere definito un buon lavoro: buone le descrizioni e una trama scorrevole!

Una lettura veloce che, però, fa molto riflettere!!