IBELIN

0
256

“Ibelin” è un romanzo storico scritto da Sergio Costanzo ed edito da Linee Infinite.

Siamo negli anni che vanno dal 1115 al 1187 e i fatti narrati si svolgono tra Pisa, Gerusalemme, Costantinopoli, Damasco e Aleppo, anni in cui le lotte tra impero romano, papato, repubbliche marinare, potentati si fanno sempre più accese.

Alla base di tutto Dio e il denaro, come accade ancora oggi.

I personaggi che, via via, si susseguono sono quasi tutti realmente esistiti e, leggendo il libro, si percepisce la grande ricerca che l’autore ha effettuato prima di mettersi all’opera. Una ricerca precisa, puntuale, ricca di informazioni dettagliate.

Di Sergio Costanzo ho già letto altri libri, in particolare “Io Busketo” e “La tavola dei Galilei” e devo ammettere che “Ibelin” è quello che mi è piaciuto meno.

L’ho trovato meno appassionante, con pochi dialoghi che avrebbero reso la storia più “movimentata” e, in certi punti troppo dettagliato tanto da rendere la lettura pesante e noiosa.

Sicuramente si tratta di un libro indicato per i veri appassionati di storia. Nulla da dire, invece, dal punto di vista prettamente stilistico e di scrittura.

L’autore sa scrivere bene, in italiano corretto, senza errori o sviste, le descrizioni dei luoghi e dei personaggi sono puntuali, tanto da riuscire a visualizzare perfettamente le varie scene descritte.

Il libro è disponibile in cartaceo.

Elvira Tonelli