Gli uomini sanno volare

0
262

Li ho visti sui terrazzi della mia città

attendere i venti dell’est

sugli scogli più arditi

annusare la brezza del mare

E li ho visti ancora sul ramo più alto

intuire l’arrivo di un temporale

infine incantati su una guglia

masticare sole e silenzio

e spiccare il volo ad ali aperte

Hanno ali grandi e piume bianche

per sfidare gli angeli e i gabbiani le nuvole e le stelle

e temi di vederli cadere,

frantumarsi in mille aguzzi pezzi di vetro

figli della stessa ingrata madre,

ma li ritrovi stupito a disegnare parabole nel cielo

perché tanti non lo sanno,

ma gli uomini sanno volare.

 

Guai a chi due ali non prenderà

guai a chi le tarperà

e chi al suolo lascerà i suoi passi

vinto dalla gravità

lo troverai supino sui ciottoli di un viale

o riverso sulla riva di un fiume

Poesia tratta dalla raccolta “I versi ritrovati” di

 

Nuccio Castellino.