DONI PREZIOSI

0
519

Un regalo molto apprezzato quello che mi è stato fatto a Natale da mio marito. L’ennesimo libro di Danielle Steel, un’autrice che adoro.

Mi piace tanto il suo stile, la sua semplicità nonostante la complessità della storia narrata, le descrizioni dettagliate di luoghi e persone, le emozioni palpabili che riesce a trasmettere al lettore.

Anche in questo caso non si è smentita. La protagonista è una donna – Véronique Parker – che ho amato da subito per il suo carattere forte, per i suoi modi gentili, per la sua “semplice eleganza”, per essere riuscita a non farsi travolgere e avvolgere dalla ricchezza di famiglia, per essere riuscita a trasmettere alle tre figlie -Timmie, Juliette e Joy – che nella vita, per raggiungere i propri obiettivi, occorre fare enormi sacrifici.

Véronique ha donato la vita all’ex marito Paul, del quale era perdutamente innamorata, nonostante la differenza di età e con il quale è rimasta in buoni rapporti anche dopo la separazione.

E’ stata sempre presente e disponibile per le figlie, tanto da riporre in un cassetto la sua vita, i suoi sogni, le sue passioni.

La morte dell’ex marito porterà la famiglia a riunirsi e a scoprire l’amore che non era mai riuscito a trasmettere durante la sua vita essendo stato, tra l’altro, un padre poco presente. L’uomo, infatti, lascerà a ciascuna di loro un “dono prezioso” per far in modo che possano realizzare i propri sogni.

Alla ex moglie donerà un quadro che le permetterà di tornare a vivere. Per verificarne l’autenticità partirà per un viaggio in Italia e, grazie all’incontro casuale con Aidan, un uomo undici anni più giovane e appartenente a un mondo distante anni luce dal suo, si renderà conto che la sua vita può avere un senso, che la sua vita non è una continua attesa delle chiamate sporadiche delle figlie e che lei non è soltanto una madre, ma è una donna.

Su questo aspetto è molto importante riflettere. Noi donne, per carattere, per “tradizione”, siamo portate a prenderci cura dei nostri cari, spesso trascurando noi stesse.

Così facendo, senza nemmeno rendercene conto, viviamo a metà e scontente. A risentirne, poi, sono i rapporti con le stesse persone che amiamo e di cui ci prendiamo cura.

Dovremmo imparare a ritagliarci ogni giorno un po’ di spazio per coltivare un hobby, una passione che ci ricordi il nostro essere donna, il nostro essere vive! Ciò non significa trascurare gli affetti; semplicemente riorganizzare il proprio tempo. Siamo indispensabili, ma dobbiamo ricordarci sempre che il mondo va avanti anche senza di noi.

Danielle Steel ha scritto un libro che trasmette amore, passione, generosità, altruismo. Ha raccontato la storia di una famiglia, le difficoltà che si vivono ogni giorno, l’importanza di essere sempre uniti. L’unione è ciò che ci permette di superare gli imprevisti, anche quelli brutti, i segreti che portano scompiglio.

Un libro emozionante che consiglio caldamente!!

Elvira