“Cress” di Marissa Meyer

0
190

Buongiorno lettori!

Ben tornati sul blog! Oggi vi parlo di una delle mie ultime letture, ovvero il penultimo capitolo delle Cronache lunari. Devo dire che ancora una volta l’autrice è riuscita a stupirmi con la sua fantasia e non vedo l’ora di leggere il capitolo conclusivo della saga.

Trama

71x+td+YBsLCress ha solo sedici anni e per gran parte della sua vita ha vissuto prigioniera o, come preferisce dire lei, “damigella in difficoltà” su un satellite in orbita nello spazio, dove gli unici contatti con l’esterno sono avvenuti tramite Internet. Ed è proprio attraverso la Rete che viene contattata dalla Rampion, la nave spaziale del capitano Carswell Thorne, sulla quale viaggiano anche Cinder, Scarlet e Wolf. Cress, infatti, negli anni di isolamento forzato è diventata una hacker eccezionale, e proprio per questo motivo pare l’unica speranza per mettere in atto il piano di Cinder e sconfiggere una volta per tutte la regina Levana e il suo terribile esercito prima che invadano la Terra. Per farlo, però, Cinder e i suoi devono prima di tutto liberare Cress. Peccato che, una volta approdati sul satellite in cui è imprigionata, il piano non vada esattamente come previsto… Dopo “Cinder” e “Scarlet”, Marissa Meyer ci regala il terzo romanzo della saga delle “Cronache lunari”, dove i colpi di scena si succedono in un mix di azione, humour e romanticismo.

Titolo: Cress

Autore: Marissa Meyer

Editore: Mondadori

Pagine: 446

Cartaceo: 19,00 euro

Ebook: 6,99 euro

Genere: Fantasy YA

Voto: totoro4totoro4totoro4totoro4totoro4

Impressioni

Vorrei iniziare dicendo che in questo romanzo non c’è un capitolo iniziale che ci fa mettere comodi e creare l’atmosfera, come solitamente succede in molte altre storie, bensì ci catapulta fin dalla prima pagina nel punto in cui il precedente ci aveva lasciato con il fiato sospeso. Ho apprezzato molto questa idea, in quanto la mia attenzione è stata subito catturata da tutto quello che è il turbinio degli eventi nel quale i nostri protagonisti sono immersi.

Nel primo romanzo abbiamo fatto la conoscenza di Cinder, la quale rimane la mia protagonista preferita grazie alla sua caparbietà e intelligenza, nel secondo di Scarlet, una ragazza coraggiosa e pronta a rischiare a tutto per riuscire a salvare chi ama. In questo terzo capitolo fa capolino una matassa di capelli biondi, una ingenua ragazzina confinata in un satellite che gravita attorno alla terra, la quale desidera ardentemente di uscire da quella postazione e vedere il mondo che da lassù le sembra un sassolino.

Devo essere sincera, all’inizio ho fatto molta fatica a farmela entrare in simpatia, avrei voluto scuoterla più volte per dirle “che cavolo stai facendo?” in quanto il suo atteggiamento aveva quel non so che mi infastidiva. Forse il suo carattere così titubante, il terrore che la affliggeva non era in linea con i caratteri degli altri personaggi incontrati fino a quel momento.

tlc___a_cress_and_thorne_valentine_by_sorcaron-d9r8lf5

Per una serie di motivi si ritroverà a vivere un’avventura piena di insidie a stretto contatto con il Capitano Thorne, la quale farà emergere la vera eroina che è celata in lei (anche se per arrivare al livello di Cinder c’è ancora molta strada da fare eheh :D).

Ho trovato questo romanzo molto divertente in quanto, come vi avevo già accennato nella recensione precedente, il personaggio di Carswell Thorne è davvero esilarante e ha saputo smorzare alla grande la tensione che mano a mano tendeva a salire.

Purtroppo non assistiamo solamente a scenette tutte rose e fiori: i destini di Scarlet e Wolf si separeranno, anche se non in modo definitivo, mentre quelli del Principe Kaito e di Cinder ritorneranno a ricongiungersi, anche se in modo molto forzato.

La Regina Levana, che sta pian piano vedendo svanire ogni possibilità di possedere la terra in modo definitivo, inizierà ad usare la così detta “artiglieria pesante”. Insomma, che era una buona gatta da pelare lo si era ben capito spero. Riusciranno i nostri protagonisti a fermarla? Non ci resta altro che leggere il capitolo conclusivo, armati di fazzoletti e pop corn perchè ho il presentimento che ne vedremo delle belle.

c434e352-dbec-4722-80ae-0ebd3b7fc3d9

Bene, queste erano le mie impressioni su “Cress”, come al solito preferisco non immergermi troppo per rispetto a chi deve ancora leggere il racconto e vuole una recensione che evita spoiler.

Fatemi sapere se l’avete letto e cosa ne pensate!

A presto,

Arianna