venerdì, aprile 20, 2018

Non temo la morte

Non temo la Morte Poesia di Maria Rosa Oneto  Non temo la Morte, né ciò che essa comporta. Son foglia di carne tremula al vento, ballerina...

Sfumature di grigio

Sfumature di grigio Di Maria Rosa Oneto  Gracchiavano le cornacchie nello spazio divelto di un giardino abbandonato. Rumoreggiavano i tuoni nel cielo imbrattato di fuliggine. Correvano impazzite nuvole gravide di pioggia. In un...

Mareggiata

"Mareggiata" Di Maria Rosa Oneto  Il mare arrabatta la sua rabbia. Trascinando al largo e in secca le proprie onde. Schiumose divagazioni esplodono in alto per ricadere con...

Scampati amanti

di Maria Rosa Oneto Scampati amanti dei gelidi inverni. Ombre appannate ai vetri. Fiato di nebbia assoluto. Braccia appese a grucce di bambù. Scampati amanti che la notte imbrunisce. Dettagli ossessivi su lenzuola...

Fantasy

Fantasy, donna di carne..figura misteriosa..come la vita.. Si perdono i contorni di una realtà indefinita. L'umanità femminile scompare e la finzione prende ancor più apparenza. Fantasy...

Sogni di pace

"Sogni di pace" Poesia di Maria Rosa Oneto    Siamo teneri germogli a primavera. Accesi e caldi da baci frementi. Corolle di madreperla ingannano il cielo sul far del...

La stanza d’autunno

di Maria Rosa Oneto Coccolo il cuore nella bianca solitudine di questa stanza. Oltre le finestre rumoreggia il temporale. Un paesaggio colorato d'autunno, vela d'ombre...

Tatto caldo

Tatto caldo Di Maria Rosa Oneto Ritornerò a infrangere il tramonto aspettando l'alba su mari assonnati. Vestita di glicine sbocciato, pensieri arruffati dalla noia, sfumature di inquietudine appese al collo come ghirlande...

Scena andalusa

  "Scena andalusa" di Maria Rosa Oneto    Nel lungo perdersi della via: monconi di case bianche rosicchiate dal battito del mare. Un tripudio di persiane ovattate di blu in gara con...

Il suono della notte

Il suono della notte di Maria Rosa Oneto  Speranze come fiori di carta. Origami vellutati d'ambra. Labbra percosse da folate di vento. Più non sento l'abbaio che morde. Il pulsare...