sabato, gennaio 20, 2018
Mimosadimare

Mimosadimare

Le poesie di mimosa di mare

Il vecchio violino.

Il vecchio violino di Maria Rosa Oneto  Piangeva il vecchio violino abbandonato nell'androne di casa. Un cane girandogli attorno riuscì a far suonare alcune corde. Un bimbo arrivando di corsa prese...

Al sorgere del sole

Al sorgere del sole Di Maria Rosa Oneto Il silenzio crea altri silenzi che sopravvivono nell'Anima come ricordi impenetrabili. Un vagabondare di onde adamantine che non emettono suoni e paiono nascere per morire nel...

Fiori di campo

Fiori di campo di Maria Rosa Oneto Piange chi è solo  nel proprio letto di dolore. Ride la gente camminando per strada con l'unica meta fatta di regali e di...

In cerca di protezione

In cerca di protezione di Maria Rosa Oneto Lungo le strettoie della vita le foglie cadute a terra già morte sì addossavano ai muri come in cerca di protezione. Correvamo...

Scende la neve

Scende la neve Di Maria Rosa Oneto Scende la neve e paiono brandelli di Anime in volo. Potessi afferrarvi mi trasformerei  in tormenta affannata per compensare il vuoto del cuore. Angeli senza piume a cui...

Sere d’inverno

Sere d'inverno Di Maria Rosa Oneto Sere d'inverno accanto al camino. Luci soffuse, uno sfrigolio di candele. Danza lo champagne nei calici di cristallo, spandendo intorno brillii intermittenti. Oltre la veranda la neve...

Un regalo all’abete

Un regalo all'abete Di Maria Rosa Oneto La bambina indossava un paio di scarpette rosse di vernice. Attraversando il sentiero fasciato di neve, le scarpine, brillavano scricchiolando come non fossero...

Piove sui rami spogli

PIOVE SUI RAMI SPOGLI Fuori piove. Piove a dirotto dal cielo L'asfalto raccoglie il suo pianto. Piove sul passo veloce di un passante, che cerca riparo sotto un portone. Vien...

Tatto caldo

Tatto caldo Di Maria Rosa Oneto Ritornerò a infrangere il tramonto aspettando l'alba su mari assonnati. Vestita di glicine sbocciato, pensieri arruffati dalla noia, sfumature di inquietudine appese al collo come ghirlande...

Viviamo

Viviamo Di Maria Rosa Oneto  Viviamo appesi ad un filo come ragni maldestri che non sanno più tessere alcuna tela. Soltanto la Morte fissa il perimetro entro cui poter arrivare. E intanto gridiamo spregevoli...