sabato, agosto 18, 2018
Gianfranco Isetta

Gianfranco Isetta

Le poesie di Gianfranco Isetta

La collanina d’oro

La collanina d’oro deposta in un cassetto riposa. Preziosità di mia madre, gioie d’altri tempi che tornano.   Frammenti luminosi accudiscono l’animo un po’ a corto di sogni. Risentirne l’immagine del suo viso allo...

Il tenero è ad un passo

Il tenero è ad un passo. Soffermarsi a osservare nel cortile del paese albe opache tra le case ostacoli alle nubi che indossano gli inverni solenni di silenzi. Di tutti i...

Non fui scelto padre

NON FUI SCELTO PADRE Ho mancato il dipinto che modulasse un corpo. Quell’asse costante di riferimento. … Cercavo. Rimodellare il passato ? Adesso è tardi e non c’è alcun rimpianto. L’albero cadrà le...

Sessantotto

A cinquant’anni dal nostro (e dal mio) SESSANTOTTO Propendo per un giorno felice dell’autunno di alcuni anni or sono. Con le scarpe slacciate curvando nelle strade sui binari ferrosi, ancorato a...

1 maggio

PRIMO MAGGIO Come un sonno profondo non risolto si avvolge alle pareti delle stanze vuote di ogni radice e di ingranaggi. Non so se oggi l’Occidente è questo e...

La farfalla

La Farfalla Sul prato indugia attenta avendo perso un mondo, in cerca del segreto… che il cielo le nasconde e sugge con perizia l’acerbo dei ricordi da un fiore abituale. Nata già...

Un fiore azzurro

Un fiore azzurro Ogni tanto si viaggia per la mente… Fu spinto da un libeccio col profumo di cuore, e come una carezza che d’estate ti sfiora il gesto che...

Poesia in primavera

Poesia in primavera Venne come la neve inaspettata quasi… sospesa colmandomi di grazia estranea al senso delle cose Venne leggera, senza alcun bisogno, come primavera Gianfranco Isetta

Ho raccolto quel chiaro

Ho raccolto quel chiaro nella minima luce di perla, promettendo un coraggio inusuale per un impari scontro con la luna in splendore. Non si guasta la notte in questo gioco puro con...

Riflessioni minime sul voto

Riflessioni minime sul voto Attenti a quelle bambole. Quelle bambole bianche che tra ingorghi e risvolti ci commuovono i sensi. Hanno pupille storte che ci graffiano le unghie. Appetitose come cenere nel...